Muore, si rivela positivo: la medicina di Lavagna diventa reparto Covid

Lavagna. I dati di oggi, 22 aprile, relativi all’andamento del coronavirus, indicano 8 ospedalizzati positivi a Lavagna. Il dato è frutto della triste notizie del decesso di un uomo di soli 41 anni, chiavarese. Questi, infatti, dopo la morte, è risultato positivo, in base al tampone che gli è stato effettuato. Era però ricoverato per altre patologie nel reparto di medicina dell’ospedale di Lavagna. Per questo, si è proceduto a verificare gli altri ricoverati e gli operatori sanitari del reparto. Quindi, otto ricoverati sono risultati, a loro volta, in questo momento, soggetti al Coronavirus. Il reparto di medicina di Lavagna, adesso, con l’applicazione di tutte le precauzioni procedurali, diventa, di fatto, un reparto Covid.

Ecco la nota diffusa, in merito, dalla Asl 4:

A seguito del riscontro occasionale di positività di un tampone in soggetto ricoverato per altra patologia, la Direzione Strategica di Asl 4, al fine di contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha proceduto ad estendere l’esecuzione del tampone a tutti i soggetti ricoverati in Medicina Interna dell’Ospedale di Lavagna e al personale sanitario della medesima struttura.

L’esito dell’indagine ha rilevato che 8 pazienti asintomatici per Covid e 4 operatori sanitari, su 61, sono risultati positivi.

Per tale motivo si è proceduto alla sanificazione di tutti i locali e all’isolamento dei soggetti positivi.

La Direzione Sanitaria ha predisposto l’interdizione ai ricoveri per la giornata odierna al reparto di Medicina per procedere alla riapertura in totale sicurezza al termine delle sopraelencate operazioni al momento in fase di completamento”.

Giovedì 23, si procede alla ripaertura del reparto, dopo la sanificazione e lo spostamento a Sestri dei pazienti positivi. Qui la ricostruzione completa dell’accaduto fornita dalla Asl 4.

3 risposte

  1. Bisogna fare i tamponi a tutti i soggetti che si recano all o sped indipendentemente dal reparto. Ora i contagi aumenteranno… Ospedalizzati operatori famiglie degli operatori… Che dire? Dobbiamo avere più accuratezza…

  2. bisognerebbe spiegarlo a quelli che sono in Regione………..non la penso come Zaia ma é l’unico che sulla gestione della pandemia ha saputo fare qualcosa di positivo appoggiandosi a tecnici competenti……e si stanno vedendo i risultati in Veneto ma non in Liguria. Ecco perché continuo a dire che nn servono a niente le statistiche

I commenti sono chiusi.

error: Contenuto protetto!