Dantedì: a Chiavari il sommo poeta diventa una scultura

 

 

Chiavari. Dantedì, il sommo poeta diventa una scultura a Chiavari, la città ligure del Tigullio alla foce del fiume Entella, la “Fiumana Bella” citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, nel XIX Canto del Purgatorio, in vista della ricorrenza dei 700 anni dalla morte del prossimo anno. L’opera è dell’artigiano Franco Casoni, maestro delle polene e l’ultimo intagliatore  di un’arte e una cultura che stanno scomparendo.

Nella sua storica“bottega” in piazza San Giovanni, che durante l’estate aveva ospitato diversi appuntamenti della rassegna “Dante Fiumana Bella,” Franco Casoni ha realizzato in questi giorni una sua originale versione in legno di un busto di Dante.

Casoni ha realizzato la scultura lavorando a colpi di scalpello il tronco di un albero di ontano sdradicato nel torrente  Lavagna, in Val Fontanabuona, dall’alluvione del 2014 e trascinato fino alla foce dell’Entella, a Chiavari. Intagliate in legno anche tre copie della Divina Commedia.

 

a risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!