Caperanese, è Davide Palermo il nuovo tecnico:”Convinto dall’entususiasmo della società, possiamo fare bene”

È Davide Palermo, 48 anni, il nuovo allenatore della Caperanese, prende il posto di Ruben Padi, sollevato dall’incarico dopo due giornate di Prima categoria.

Palermo è stato un giocatore – è stato un difensore – di grande affidabilità e carisma, caratteristica, quest’ultima, che ho portato con sé nel ruolo di allenatore. Palermo ha sempre allenato in categorie superiori, soprattutto nel ponente. Ha iniziato nel Little Club in Prima categoria, poi ha guidato tra Eccellenza e Promozione Carcarese, Genova Calcio, Ligorna, Bragno, Borzoli e Celle Ligure.

Da tecnico sarà alla sua prima esperienza nel Levante. Nel Tigullio, però, ha giocato nelle file dell’Entella e della Lames.

Con lui la Caperanese conferma la volontà di voler ambire ad un campionato di vertice dopo un avvio di stagione difficile tra Coppa Liguria e campionato.

Palermo dirigerà il suo primi allenamento domani sera. Esordirà domenica sul campo della Psm Rapallo.

«È successo tutto nelle ultime ore, ho accettato perché mi ha convinto il progetto e il grande entusiasmo del presidente Giorgio Rattotti – dice il neo tecnico verdeblu -. La squadra non l’ho mai vista giocare, conosco alcuni giocatori. Cercherò di trasmettere quell’entusiasmo che arriva dalla società in un momento in cui immagino il morale non sia proprio alle stelle. Questo è un bel progetto, credo si possa fare bene e sono consapevole che nelle intenzioni della società c’è la voglia di disputare un campionato di vertice. Domenica già giocheremo, non avremo molto tempo per lavorare e conoscerci, ma credo che se tutti ci aiuteremo potremo fare un buon cammino e intanto arrivare nel migliore dei modi alla gara di Rapallo».

a risposta

  1. Come presidente degli allenatori del Tigullio,
    devo solo costatare che sollevare un allenatore dall’incarico ,per una società è la cosa più semplice,non è mai successo che licenziassero il presidente. Un augurio di buon lavoro al nuovo allenatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!