Chiavari, le nuove norme da rispettare contro il coronavirus

Chiavari. Mascherina obbligatoria anche nei luoghi all’aperto, in particolare le aree pedonali del centro storico: ecco la novità che scatta a Chiavari, nella nuova ordinanza anti coronavirus, firmata dal sindaco Di Capua e dal comandante della polizia municipale, Federico Luigi Defranchi Bisso, e valida sino a domenica 17. Nel dettaglio, in sintesi:

  • Resta vietato l’accesso a tutte le spiagge. Unica eccezione, come da ordinanza regionale, la possibilità per i gestori degli stabilimenti, di eseguire i lavori di manutenzione
  • E’ vietato anche l’uso degli attrezzi ginnici pubblici della passeggiata
  • E’ vietato l’accesso al Parco di Villa Rocca e a tutte le aree giochi attrezzate per bambini
  • L’uso delle panchine è consentito ad una persona per volta o a gruppi di familiari conviventi
  • E’ obbligatoria la mascherina, o in alternativa altri strumenti per proteggere bocca e naso, in tutti i locali aperti al pubblico e nell’area di mercato di piazza Mazzini.
  • Mascherina  o strumento alternativo diventano obbligatori nell’area pedonale del centro storico “e in ogni altro luogo dove è previsto l’accesso generalizzato di persone”. Sono previste sanzioni anche per chi le usi in maniera non corretta, pur indossandole, “ad esempio lasciando scoperto il naso”.

Ricordiamo, poi, che, sempre da domani, 6 maggio, torneranno a pagamento i parcheggi blu e verrà ripristinato lo spazzamento meccanizzato, con relativi divieti di sosta.

8 risposte

  1. Mi auguro che chi ha il compito di vigilare abbia oltre che la volontà anche i mezzi , le risorse, per poter non dico subito sanzionare , ma almeno richiamare verbalmente chi mette in atto comportamenti scorretti.
    Con stima e apprezzamento.

  2. Concordo, all’aperto od al chiuso e’ fondamentale la distanza, la mascherina e’ controproducente, vedo che a Chiavari prevale il radical chic di chi vuole.affidare il.proprio sistema immunitario alle case farmaceutiche, invece di rafforzarlo, prevale vedo la visione Burionistica abbastanza idiota, bisogna tenere le distanze dove si puo’ e dove non si puo’ allora si attivare le precauzioni temporanee delle mascherine, tra l’altro non e’ che come prima sia giustificato uscire per la passeggiata nei portici, quindi di cosa stanno parlando, di propaganda e di gabelle comunali verso i turisti, che non immaginando sforeranno di sicuro regole anche molto istigatrici….

      1. Patetica! Attaccarsi alla punteggiatura è la risposta ebete di chi non ha argomentazioni. Faccia verso se stessa un atto di clemenza tacendo. Sì risparmierà queste tristi figure.

  3. Le mascherine giustamente obbligatorie devono e dico devono essere non chorurgiche ma fp2 fp3 e a basso costo x la non diffusione del virus… Sempre solito problema conta piu il business Che LA salute… Le mascherine chorurgiche e di protezione civile non servono a nulla.

  4. Sacrosanto l’obbligo di mascherina. Fino a ieri non pochi runners poco educati ci sfrecciavano a fianco su marciapiedi stretti correndo senza mascherina.
    Grazie, Sindaco!

  5. Nella nuova ordinanza si legge:” Mascherina o strumento alternativo diventano obbligatori nell’area…’.
    Quindi vi sono luoghi in cui i suddetti strumenti non sono obbligatori?… :-)))
    Ovviamente, la forma verbale ‘diventano’ doveva essere sostituita da ‘rimangono’.

    Claudio da Caperana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!