Spesa, sport e passeggiate: cambiano i confini. Ecco la nuova ordinanza della Regione Liguria

Liguria. Da domani, 4 maggio, e sino al 17, si potrà fare la spesa, ma anche andare a passeggiare o in bicicletta, fuori dal territorio del proprio comune, rimanendo nella provincia. Per sistemare l’orto o la seconda casa (una persona sola) vale il confine regionale. Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha emanato la nuova ordinanza, valida da domani e per due settimane. La regola d’oro diventa il distanziamento tra le persone, piuttosto che il divieto di attività delle scorse settimane.

Qui, facciamo  una sintesi dell’ordinanza;

E’ consentita la vendita di cibo e bevande da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività artigiane del settore dolciario – alimentare. La vendita per asporto sarà effettuata, ove possibile, previa ordinazione on line o telefonica. Rimane vietato il consumo sul posto.

Sono da intendersi compresi gli spostamenti fuori dal Comune di residenza, ma all’interno della provincia, per la spesa e per tutti i servizi di ristorazione da asporto sopra citati. I Comuni confinanti tra province diverse possono determinare il reciproco spostamento dei residenti per ragioni di necessità.

E’ consentita la vendita di calzature per bambini.

E’ consentita l’attività degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché senza contatto diretto tra le persone.

Nell’ambito della propria provincia, sono consentite, dalle 6 alle 22, e nel rispetto del distanziamento di 2 metri da una persona all’altra, le attività motorie come corsa, tiro con l’arco, bicicletta, arrampicata sportiva, trekking, mountain bike, tennis singolo, passeggiata a cavallo e attività sportive acquatiche individuali, come wind surf, subacquea, canoa, canottaggio, pesca, vela in singolo. Rimangono vietate le strutture di uso comune, ovvero spogliatoi, bagni, docce e bar. 

Sono consentite le sessioni di allenamento in forma individuale degli atleti, con spostamento all’interno del territorio della provincia per raggiungere il luogo dove svolgere attività motoria.

La pesca sportiva è consentita, a patto che sia svoltada persone abilitate, massimo in due, residenti nella stessa abitazione, con rientro in giornata a casa. Consentiti, nei militi delle normali leggi regionali, controllo della fauna selvatica e prelievo venatorio del cinghiale.

E’ consentito svolgere passeggiate all’aria aperta, in modo individuale o in compagnia di residenti nella stesa abitazione, nell’ambito della Provincia, dalle 6 alle 22, con distanziamento di almeno un metro.

Entro i confini della regione e con rientro in giornata, ci si può spostare per coltivare l’orto, fare manutenzione alla barca, alla seconda casa, a camper o roulotte.

Ci si può spostare in auto sedendosi sul sedile del passeggero se si è residenti con il guidatore. Idem per girare in due in moto.

Domenica prossima, 10 maggio, i negozi di alimentari ed i supermercati dovranno chiudere alle 15. Non hanno questa limitazione di orario invece bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, che possono lavorare solo per asporto e consegna a domicilio.

11 risposte

  1. Io sono un’estetista dipendente a casa da Marzo non ho ancora avuto la cassa integrazione ho quasi finito i soldi che avevo e ho due figli e da sola a mantenerli io devo aspettare fino a Giugno e questo vuol dire che forse vedrò il primo stipendio a luglio come riesco a sopravvivere così? Il covid non ha solo fatto morire migliaia di persone..ma quelle rimaste sarà un sfacelo…non so ci riusciremo moralmente economicamente e fisicamente a supportare tutto ciò questa è una Guerra economica dello Stato….

  2. Salve Presidente,sono una sua sostenitrice,La prego di riaprire i negozi al dettaglio di abbigliamento!!Bar e gelaterie. Noi useremo tutte le prudenze..distanziamenti. guanti e mascherine vivoa Diano Marina ma lavoro ad Alassio!!!! Maria !!!!!!!

  3. Sig. Presidente, visto che le mascherine chirurgiche non proteggono e visto che molti non mettono mascherina o si mettono obbligatorie anche all’aperto o perlomeno si consigli o le ffp2.
    Non capisco perché un ragionamento così semplice non sia mai stato divulgato nonostante sia importantissimo per evitare i contagi.

    1. Sicuramente lei ha ragione.. io stessa da lavoratrice posso assicurarle che dopo ore ed ore di mascherina non si respira più. …ogni tanto bisogna pensare umanamente. Capisco la sicurezza e capisco anche chi non ce la fa più.

  4. Presidente buongiorno sempre con le dovute e necessarie precauzioni faccia riaprire tutte le altre attività ancora sospese… Io personalmente non ho un’attività commerciale ma mi metto nei panni della gente che ha un bisogno disperato di lavorare! Di tutta quella gente che deve mandare avanti la baracca e non sa più come fare..

  5. Egregio Presidente on vedo perché non si possa passeggiare tenendo le distanze di sicurezza anche con una amica grazie Fiaschi Patrizia

  6. Presidente..mio figlio e un dipendente in auto lavaggio ….cassa integrazione fino adesso nulla…questa categoria nn vieni mai nominata…ha una famiglia da mantenere …e vuole lavorare …quando potrà????

  7. Vedi presidente la gente ti chiede di intervenire ma lo devi fare con quei personaggi che sono a Roma che continuano a promettere, cosa? Non arriva niente e le persone sono all’estremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!