Ruba sassi e ghiaia, carabinieri e capitaneria perquisiscono l’abitazione e trovano un “muro”

Santa Margherita Ligure. I carabinieri e la capitaneria di porto di Santa Margherita Ligure a conclusione di una serrata attività di indagine congiunta, hanno denunciato a piede libero un uomo, classe 1964, residente nel Tigullio, per aver asportato sassi e ghiaia dall’area portuale di via Ammiraglio Canevaro. A bordo della propria vettura e nonostante i cartelli di divieto di accesso, unitamente ad un’altra persona in corso di identificazione, è andato in spiaggia e ha riempito alcune buste per la spesa di sassi e ghiaia, caricandole poi nel portabagagli. Avvistato dai militari del circomare, è stato fermato, congiuntamente ai carabinieri della locale compagnia, nel centro cittadino con in auto ben 50 kg di ghiaia e pietre marine.

Successivamente la perquisizione è stata estesa al luogo di residenza dell’uomo, dove i militari hanno rivenuto altre sacche contenenti pietre marine e una parete rivestita dello stesso materiale, verosimilmente asportato nei giorni antecedenti sempre dallo stesso arenile. Scattati il sequestro della refurtiva e della parete per un totale di 134 kg e circa 40 mq di pietre marine. Il danno economico complessivo è pari a circa 2.000 euro, ma l’uomo dovrà rispondere, oltre che di furto aggravato, anche di alterazione e deturpamento di bellezze naturali in quanto l’arenile in questione rientra nelle aree tutelate per legge.

Infine, sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 3.000 euro per le violazioni connesse al codice della navigazione.

 

error: Contenuto protetto!