Gal Genovese, Nicchia presidente. Ecco gli altri nomi del direttivo

San Colombano Certenoli. Il nuovo presidente dell’Agenzia di Sviluppo GAL Genovese è Daniele Nicchia, eletto nel corso dell’assemblea dei soci tenutasi presso la sede di Palazzo Ducale a Genova. Già membro del consiglio direttivo, sindaco di Lumarzo, è subentrato ad Alessandra Ferrara. Confermati Paolo Corsiglia in qualità di vicepresidente (Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Genova), Maria Ornella Caramella (Ascom Genova); Pierino Garibaldi (Cna). Nuova carica da consigliere per Guido Guelfo, indicato da Anci Liguria.

Nicchia commenta così il suo nuovo mandato:

«Ringrazio la presidente uscente per il lavoro svolto in questi anni a beneficio del territorio, al fine di garantire le importanti iniziative intraprese per lo sviluppo rurale e la coesione sociale; un sentito ringraziamento va a tutti i soci per la fiducia accordata, ed auspico il prosieguo del loro fattivo supporto all’Agenzia così come sempre avvenuto fino ad oggi. Stiamo portando a termine gli ultimi bandi della Strategia di Sviluppo Locale a valere sul PSR Liguria 2014-2020 dedicati alla sentieristica, allo sviluppo di servizi a beneficio delle comunità e al miglioramento dell’offerta ricettiva. Abbiamo intrapreso nuove sfide dedicate alla digitalizzazione ed ai servizi innovativi nei villaggi attraverso i progetti europei in qualità di partner.

Siamo pronti a lavorare sulla nuova programmazione del PSR che inizierà con l’anno 2023: il lavoro con il nostro territorio, quale ambito di attuazione del LEADER e la strategia che ne conseguirà, potranno concentrarsi prevalentemente sui temi della filiera agroalimentare, dei sistemi locali del cibo e sulla creazione di sistemi di offerta socioculturali e turistico-ricreativi locali così come definito dalle linee guida regionali del PSR 2023-2027. Auspichiamo altresì un efficace lavoro di coordinamento e collaborazione con gli altri GAL liguri».

Il GAL Genovese si occupa già dal 2000 della crescita sostenibile dei territori del genovesato, operando come vera e propria agenzia di sviluppo locale. Tale processo di sviluppo è andato di concerto con il rafforzamento del legame con la Città metropolitana di Genova e la Camera di Commercio (soci di maggioranza) che hanno fatto della società un loro braccio operativo rispetto a temi di sviluppo locale, quali l’incentivazione del turismo rurale, sportivo, culturale e lo sviluppo della ricettività, la valorizzazione dell’artigianato artistico e dei prodotti tipici locali, il miglioramento dei servizi e della qualità della vita, la gestione dell’ambiente in tema di acque e rifiuti, lo sviluppo e diffusione delle nuove tecnologie in ambito rurale, il miglioramento dell’accessibilità, la valorizzazione del patrimonio artistico – culturale dei borghi rurali,  l’individuazione di nuovi modelli di sviluppo per gli spazi peri-urbani ed il marketing dei prodotti agroalimentari.

Il core business della società è rappresentato sia dalla propria Strategia di Sviluppo Locale (PSR Liguria) sia dalla capacità di creare e di gestire progetti finanziati, di volta in volta, da bandi europei, nazionali e regionali, ma anche di creare reti e partnership operative (a livello locale nazionale e transazionale) che sviluppino idee e azioni sui territori.

La società propone azioni di promozione e di valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti mediante il sostegno ad iniziative locali, creazione di eventi e convegni ed ha avviato diverse attività in convenzione con gli Enti locali, di cui l’esperienza più significativa di collaborazione è quella relativa alle Expo locali, prima fra tutte “Expo Fontanabuona Tigullio”, trasformate in vere e proprie vetrine del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!