Riff, apertura oggi sul red carpet dell’Ariston

Sestri Levante. Saranno gli attori Paolo Ruffini, Chiara Francini, Enzo Paci e Fiorenza Pieri, la costumista Joan Bergin, il produttore cinematografico Benedetto Habib, il disegnatore Giuseppe Camuncoli e l’attivista Andy Lipkis le stelle del Red carpet a tenere a battesimo la sesta edizione del Riviera International Film Festival, la rassegna dedicata al cinema indipendente che ogni anno mette in mostra, a Sestri Levante, i migliori film dei registi under 35 e i più significativi documentari a tema ambientale.

Sul tappeto rosso anche l’attrice e modella Greta Ferro che condurrà, insieme a Massimo Santimone, il grande opening in programma al Cinema Ariston, oggi, martedì 10 maggio, alle ore 17, per il quale sono ancora disponibili solo 50 biglietti, acquistabili sul sito ufficiale del Riff all’indirizzo www.rivierafilm.org/biglietteria/ e con i quali si avrà accesso anche alla proiezione del primo film in concorso, “Wild Roots” di Hajni Kis che sarà presente in sala, a partire dalle ore 18.

Mai come quest’anno il cast del Riff è davvero stellare: ai già citati protagonisti della cerimonia d’apertura si aggiungeranno infatti, nei sei giorni di Festival, molti altri nomi di caratura internazionale: tra loro il premio Oscar Casey Affleck, relatore di una delle tre Masterclass d’eccezione all’ex Convento dell’Annunziata, accanto a quelle di Joan Bergin e Dante Spinotti, tra i più importanti direttori della fotografia nella storia del cinema.

Inoltre, Casey Affleck sfilerà sul red carpet sabato 14 maggio alle ore 18 per la premiere mondiale di “Frank & Penelope” di Sean Patrick Flanery, crime/thriller tutto scazzottate e rock and roll, insieme a tutti gli ospiti del Riff e alle protagoniste del film: Caylee Cowan, una delle giovani attrici emergenti più quotate di Hollywood, e Donna D’Errico, icona degli anni ’90 per la sua partecipazione alla serie cult “Baywatch”. Anche per questo evento è ancora possibile acquistare i biglietti al link https://www.rivierafilm.org/biglietteria/.

Rula Jebreal, giornalista e scrittrice, sarà presidente di giuria e protagonista del talk “Democrazie e Diritti Umani: le guerre e i dittatori sono la minaccia esistenziale per il nostro futuro”, venerdì alle ore 11. In Riviera anche Luca Zingaretti, che si racconterà al Riff Lounge alle 11 di mercoledì, e Alessandro Gassmann nella doppia veste di scrittore e regista, per presentare il suo libro “Io e i #GreenHeroes. Perché ho deciso di pensare verde” venerdì alle 15 e, sabato sempre alle 15, l’ultimo film da lui diretto, Il silenzio grande”, vincitore di due Ciak d’Oro. Nils Hartmann, Evp Sky Studios Germany & Italy, intervisterà Gabriele Muccino domenica alle 14,30, svelando tutto quello che c’è dietro la serie tv di successo “A casa tutti bene”, tratta dall’omonimo film.

Particolarmente significativa la prima proiezione in Italia, giovedì alle ore 16 presso il Riff Lounge di piazza Matteotti, di “Inner Wars”, documentario della regista ucraina Masha Kondakova che, fin dal 2014, ha seguito da vicino le centinaia di donne sue connazionali unitesi al conflitto armato contro i separatisti russi nell’est del paese, e che potrà offrire una chiave di lettura interessante ed inedita sui drammatici fatti degli ultimi mesi. Seppur non direttamente coinvolta, non si potrà non pensare alla guerra anche con Anna Safroncik, attrice originaria di Kiev che grande successo ha avuto in Italia e che sarà intervistata da Marta Perego subito dopo il film della Kondakova.

Con il ceo di Indiana Production Benedetto Habib, mercoledì alle 16,30, si parlerà della situazione della produzione cinematografica in Italia, mentre il leggendario attivista per l’ambiente e fondatore di Tree People Organization Andy Lipkis, giovedì alle 11, sposterà l’attenzione al di fuori del mondo del cinema, parlandoci di come rendere le città sostenibili per il futuro. Un ritorno sarà poi quello di Davide Demichelis, lo scorso anno membro della giuria, che a questa edizione porta invece il suo documentario “The Mountain Man” – la storia di Franco Baudino, 73 anni vissuti con il cuore sempre lassù, nella conca di Elva, in alta Val Maira – e dopo la proiezione, in calendario mercoledì alle 17,30, si presterà alle domande del pubblico, moderate da Massimo Santimone.

E proprio a Santimone, in qualità di programmer del Riviera International Film Festival, si deve anche quest’anno la selezione dei dieci film e degli altrettanti documentari in concorso: «Grazie alle tantissime registe presenti, una delle cifre di questa edizione sarà l’attenzione ancora più alta posta sulla visone del mondo al femminile: un punto di vista ben definito, che affronta tematiche e stili di racconto molto diversi, ma lo fa sempre con una sicurezza e convinzione a cui non si può rimanere indifferenti. Storie di amicizia, legami familiari, futuri distopici e personaggi visionari movimenteranno il concorso principale dedicato, come sempre, ai registi under 35, che attraverso la commedia, il dramma e la fantasia ci porteranno a conoscere le tematiche di un cinema giovane e ricercato. Il concorso riservato ai documentari metterà invece in risalto, ancora più che in passato, il rapporto tra l’uomo, l’ambiente e le risorse naturali della terra. Il mondo animale sarà sempre presente, ma abbiamo fortemente bisogno di focalizzarci sui danni che rischiamo di infliggerci senza una decisa inversione di rotta, e di trovare delle soluzioni attraverso la conoscenza, l’arte e il rispetto per la natura. La lotta per la nostra sopravvivenza deve proseguire fianco a fianco con la preservazione del pianeta che ci ospita. In ogni film, compresi quelli fuori concorso, sono presenti di volta in volta elementi di duro realismo ma anche mondi surreali, pittorici e grotteschi in grado di portarci un po’ di leggerezza e di speranza per un futuro di unione e condivisione».

Il Riviera International Film Festival si candida, insomma, ad affermarsi definitivamente tra le principali rassegne cinematografiche italiane. Ma senza dimenticare il legame con il territorio che lo ospita, come ribadito da Nicolò Mori, presidente del Consorzio turistico Sestri Levante In: «Il Riff racchiude in sé tutti gli ingredienti che megliono esprimono la nostra visione consortile di promozione turistica di qualità affiancata, in questo caso, da un contenuto culturale di altissimo livello. Un evento che accende i riflettori più prestigiosi sulla nostra destinazione in un’ottica comprensoriale che ci consente di registrare, di anno in anno, un incremento delle prenotazioni e degli arrivi. Per questo il Consorzio turistico Sestri Levante In è coinvolto in prima persona nell’organizzazione del festival e continuerà a supportare attraverso i propri strumenti, di concerto con le amministrazioni locali e regionale, gli sforzi di tutto lo staff, composto da collaboratori instancabili e coesi. Da parte mia, a tutti gli auguri di una fantastica edizione ed un plauso a tutti i Riff lovers».

Altra novità di quest’anno saranno le tre auto elettriche Volkswagen e-uP! che Duferco Energia metterà a disposizione dei cittadini di Sestri Levante e del pubblico del Riff per l’intera durata del festival. Per avvalersi del servizio sarà sufficiente scaricare l’app Elettra o registrarsi sul sito www.elettracarsharing.com cercare sulla mappa le auto disponibili e, una volta individuata quella più vicina, opzionarla e prelevarla tramite app. L’iniziativa farà da apripista al progetto “Elettra Car Sharing”, lanciato un anno fa a Genova e che ora Duferco è pronta ad implementare nel Tigullio, con i comuni di Rapallo, Lavagna, Santa Margherita Ligure e Sestri Levante che hanno già manifestato interesse verso la proposta e avviato le procedure amministrative per far partire il servizio sperimentale la prossima estate. «Il nostro è un progetto ambizioso – commenta Marco Castagna, amministratore delegato di Duferco Energia, main sponsor del Riff –. Vogliamo offrire all’area del Tigullio un’alternativa sostenibile per gli spostamenti attraverso i vari comuni nel periodo di maggior affluenza turistica. Ad oggi Sestri Levante, Santa Margherita Ligure, Rapallo e Lavagna hanno aderito al progetto. Ci auguriamo che anche l’amministrazione comunale di Chiavari possa salire a bordo, per poter lanciare in tutta l’area del Tigullio un nuovo modello di mobilità a impatto zero».

Tra le iniziative collaterali da segnalare c’è, infine, anche il Riviera Padel Tournament in programma proprio nella giornata inaugurale del Riff, martedì 10 maggio, e che avrà anche quest’anno in Alessandro “Billy” Costacurta un ospite d’eccezione: il grande difensore del Milan e della nazionale è ormai un habituée del torneo che Rolandelli Bottega organizza in collaborazione con Hotel Vis a Vis, Panifici Parchi e Campi Le Mimose, e che, lo scorso anno, aveva visto partecipare anche altri due grandi ex calciatori come Massimo Ambrosini e Gennaro Di Napoli.

Dichiarazioni istituzionali

Valentina Ghio (sindaco di Sestri Levante): «Siamo pronti per un’altra grande edizione del Riviera international film festival: film di grande qualità, attenzione ai giovani e, come sempre, un programma di incontri e masterclass che fanno di Sestri Levante la protagonista del cinema internazionale per l’intera settimana. Un progetto dall’alto valore culturale e di grande importanza per l’intera città che siamo orgogliosi di sostenere fin dai suoi esordi: ancora una volta mi complimento con tutto lo staff organizzativo per il lavoro che hanno svolto in questi mesi e un invito a tutti a vivere l’atmosfera cinematografica di questi giorni a Sestri Levante».

Ilaria Cavo (assessore Regionale alla Cultura): «La sesta edizione del Riviera International Film Festival torna completamente in presenza e lo fa con nomi di grande livello nazionale e internazionale ed uno sforzo organizzativo sempre più importante. Tutto questo dà il senso di un festival che cresce con masterclass, talk, presentazioni e due concorsi. Uno in particolare è dedicato ai giovani talenti della regia ed un progetto importante che va avanti dalla prima edizione. Ed è anche per questo che Regione Liguria sostiene dall’inizio questa manifestazione che non è solo cultura e spettacolo, ma anche valorizzazione e promozione di un territorio come il Tigullio, finalista per la candidatura alla Capitale Italia della Cultura nel 2024, determinato ad affermare la sua identità culturale attraverso una proposta sempre più ampia nella quale il Festival si inserisce a pieno diritto».

error: Contenuto protetto!