Torna (in presenza) il Riviera International Film Festival

Sestri Levante. Giovane, internazionale e di nuovo tutto in presenza: è il Riviera International Film Festival che, per la sua sesta edizione, si ripresenta nella sua veste originaria di sei giornate, da martedì 10 a domenica 15 maggio, nella magica baia di Sestri Levante. Un ritorno dal vivo e, al tempo stesso, il segnale della riscossa per un film festival che è già diventato grande e punta ora ad affermarsi, definitivamente, tra gli appuntamenti principali del panorama cinematografico italiano.

«Il ritorno alla formula tradizionale dei sei giorni in presenza premia i sacrifici fatti negli ultimi due, difficilissimi anni, nei quali solo l’impegno e la dedizione del nostro staff, la passione del pubblico ed il sostegno degli sponsor hanno consentito al Riviera International Film Festival di superare in piena salute la pandemia – sottolinea Vito D’Onghia, direttore esecutivo del Riff –. Rieccoci qui, dunque, ancora più forti e determinati ma con lo stesso spirito indipendente di sempre, pronti ad abbracciare, come ogni anno, i grandi protagonisti del cinema mondiale e ad offrire una vetrina internazionale ai talenti emergenti».

Find your Magic. Change the World è il claim di questa edizione. «Quest’anno abbiamo scelto di percorre una strada più eterea, in quanto crediamo che tutti noi abbiamo bisogno di luce, leggerezza, energia positiva e magia; perché solo guardando il futuro attraverso questa lente possiamo sentirci parte di qualcosa di superiore a noi stessi dichiara il presidente del Riviera International Film Festival, Stefano Gallini Durante. Il festival sarà interamente dal vivo, e non vediamo l’ora di rivedere il nostro pubblico e presentare gli ospiti che presto annunceremo. Ogni anno alziamo l’asticella sfidando festival di più lunga data del nostro e spero che gli enti locali e regionali ci seguano sempre attentamente, perché eventi come il Riff rappresentano occasioni che non capitano spesso, sia a livello regionale che nazionale. Da parte nostra l’impegno è sempre lo stesso: mantenere alta la qualità di film, eventi collegati e ospiti, alimentando quella scintilla di irriverenza che serve a ribellarsi dagli schemi consolidati, a cui è diventato troppo facile, e comodo, abituarsi. Ci saranno sorprese e alcune faranno discutere, come sempre deve fare un film festival che stimoli la mente e non solo gli occhi».

Confermatissimo, naturalmente, il format che da sempre contraddistingue lo spirito del Riviera International Film Festival: un concorso principale riservato ai migliori registi emergenti under 35 in arrivo da tutto il mondo, ed una sezione documentari dedicata all’ambiente che, ogni anno, cresce per qualità e rilevanza dei temi portati all’attenzione del pubblico e delle istituzioni.

A proseguire è anche la tradizione delle locandine d’autore, inaugurata nel 2019 dal fumettista Stefano Biglia e continuata, nel 2020 e 2021, nel segno del fotografo Rohn Meijer. Quest’anno l’onore di ideare la nuova immagine del Riff è toccato a Giuseppe Camuncoli, disegnatore DC Comics, Marvel e Image Comics da oltre vent’anni. «Giuseppe è uno dei più importanti fumettisti internazionali e siamo onorati della sua presenza al Riviera International Film Festival – riprende Stefano Gallini Durante –. Ha scelto il Riff per immaginare un mondo dove si trovano ancora significati profondi in messaggi misteriosi che arrivano dal passato e da terre sconosciute, per non perdere mai la curiosità necessaria a cercare nuove idee e nuove avventure».

La lunga collaborazione con il mondo Marvel ha visto Camuncoli lavorare su titoli come “Hellblazer”, “Batman”, “Europa”, “Amazing Spider-Man, “Darth Vader: Dark Lord of The Sith”, “The Other History of the DC Universe” e “The Joker”. In campo europeo, Camuncoli ha illustrato storie brevi di Dylan Dog e Tex per Sergio Bonelli Editore, un album de “Gli scorpioni del deserto” di Hugo Pratt (Casterman / Rizzoli Lizard) e alcune graphic novel come “Il vangelo del coyote” di Gianluca Morozzi (Mondadori / Oscar Ink), “La neve se ne frega” di Luciano Ligabue (Mondadori / Oscar Ink) e “Maori” di Caryl Féréy (Ankama / Editoriale Cosmo). Attualmente è al lavoro su “Undiscovered Country”, una serie creator-owned scritta da Scott Snyder e Charles Soule per Image Comics, i cui diritti sono stati opzionati dalla New Republic Pictures (1917, Rush, Black Swan) per un adattamento cinematografico. Stefano Camuncoli è, inoltre, direttore artistico e docente di Fumetto presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia, città in cui vive con la moglie Jessica e la figlia Martina.

Il Riviera International Film Festival è sostenuto Comune di Sestri Levante, Mediaterraneo Servizi srl, Consulta del Turismo del Comune di Sestri Levante e Regione Liguria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!