Prima categoria D: Calvarese e Riese ko, Cogornese e Caperanese si accontentano

  • CALVARESE-PRATO 1-2

Francesco d’Amelio (allenatore Calvarese):”Dispiace ammetterlo, ma il risultato ci sta. Loro l’hanno interpretata meglio di noi: arrivavano prima nei contrasti e sulle seconde palle. Per onestà va detto che loro non sono mai stati troppo pericolosi. Ma noi non abbiamo fatto di più. Speravo dopo un primo tempo anonimo che la musica cambiasse nella ripresa. Invece non è successo. Purtroppo dobbiamo crescere come mentalità. Dopo ottime prestazioni e con avversari che sulla carta possono essere alla nostra portata tendiamo a sederci. Siamo giovani, può capitare. Ma è importante capire e iniziare a lavorare per crescere”.

  • RIESE-VECCHIO CASTAGNA 0-1

Alessandro Oggiano (allenatore Riese):”Continuiamo a perdere gare di misura senza nemmeno meritare, ora le gare di questo tipo stanno iniziando a diventare un po’ troppe. Il primo tempo lo abbiamo regalato. Nella ripresa, però, la musica è cambiata. Abbiamo pressato per tutto il tempo, ma ci è mancata la zampata”.

  • COGORNESE-PIEVE LIGURE 2-2

Luca Pinasco (dirigente Cogornese):”Da una parte c’è da essere contenti per essere riusciti a pareggiare all’ultimo un match che si era messo male. D’altra parte va detto che, ai punti, forse avremmo meritato qualcosa in più noi. L’esempio più lampante è stato il gol letteralmente sfiorato sull’1-0 per noi e, sull’azione successiva, aver subito l’1-1. Comunque non abbiamo perso e abbiamo giocato contro una squadra di tutto rispetto. Prendiamo l’aspetto positivo e andiamo avanti”.

  • CAPERANESE-SORI 1-1

Davide Palermo (allenatore Caperanese):”Soddisfatto della prestazione contro una squadra organizzata e un gran centrocampo. Il primo tempo è stato poco positivo con il gol subito e tre cambi obbligati. Nella ripresa ho visto una gran prestazione della mia squadra al punto che, pur riconoscendo al Sori i propri meriti, avremmo potuto vincere. Ma ho visto la prestazione che volevo vedere dalla mia squadra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!