Diga Perfigli, il voto del consiglio comunale per uscire dall’accordo

Lavagna. E’ passata all’unanimità dei presenti, oggi, in consiglio comunale, a Lavagna, la mozione per sciogliere l’accordo di programma per la realizzazione del nuovo, mega argine lungo la sponda sinistra dell’Entella, noto come Diga Perfigli: un passo che dovrebbe presto essere compiuto anche da Cogorno e Carasco. Non hanno partecipato al voto i consiglieri di “Officina Lavagnese”, Guido Stefani e Aurora Pittau, secondo i quali questo atto ha valore “solo per le opere a monte del ponte della Maddalena” e comunque “restano tutte le stesse problematiche di sicurezza di 20 anni fa”.

Diga Perfigli: Mangiante spiega la posizione dell’amministrazione

Questa maggioranza si è prodigata nel tentativo di instaurare con città metropolitana un percorso diverso, nella speranza che gli studi richiesti (e non effettuati) convincessero finalmente a fare responsabili riflessioni sulla “inadeguatezza” del progetto della Diga Perfigli ma purtroppo (e devo dire con grande rammarico da parte nostra) non abbiamo trovato alcun interlocutore”, è la premessa con cui il sindaco, Gian Alberto Mangiante, spiega la mossa di oggi. Quindi, “lo scioglimento dall’ accordo di programma è risultata, dopo attente e responsabili valutazioni supportate dai nostri legali, l’unica soluzione attuabile”. Cosa succederà ora?  “A questo punto attendiamo la convocazione di una nuova conferenza dei servizi nella speranza di trovare in questa sede gli strumenti per impedire questo ingiustificato scempio al nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!