Rapallo, voto diviso tra Campodonico e il resto della maggioranza

Rapallo. Si è concluso con un colpo di scena il consiglio comunale di Rapallo, protrattosi sino alle 2 di questa notte. Su una mozione presentata dall’unica consigliera di opposizione presente, Isabella De Benedetti, infatti, è arrivato il voto a favore del presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico.

La presentazione del bilancio

La seduta è stata aperta dall’assessore al Bilancio, Antonella Aonzo, che ha fatto il quadro di entrate e uscite (il pareggio è a 55.024.256 euro), ribadendo che non ci saranno aumenti nelle tasse e non sarà applicata l’addizionale Irpef. Nel Documento unico di programmazione entra, come possibilità, la vendita di Villa Riva. Allo stesso modo, possibile anche l’acquisto di Villa Devoto, già usata come casa di Babbo Natale, stante la volontà di venderla della proprietà. Questo diventerà il caso principale a fine seduta.

I lavori pubblici

Prima di arrivare al voto, però, il consiglio è stato segnato dal lunghissimo intervento (quasi due ore) dell’assessore ai Lavori pubblici, FIlippo Lasinio, che si è dilungato “non per fare uno show – parole sue in conclusione – ma per far capire l’enorme mole di lavoro che investe la ripartizione terza in questo momento”. Citando alcuni dei punti toccati dall’assessore:

  • Il dragaggio del golfo viene accompagnato da una costante analisi delle qualità delle acque. Considerata anche l’entrata in funzione del depuratore, da dicembre scorso, Rapallo punta ad acquisire la Bandiera Blu. Nel rinforzo del molo degli Ampoixi, al Porticciolo, figura anche la costruzione di un nuovo faro, gemello di quello del porto
  • Si è partiti con il ripristino della spiaggia del Castello dei Sogni, risolto il contenzioso sulla scala di accesso
  • A spese del Provveditorato alle opere pubbliche, sono partiti i lavori di ricostruzione del molo De Lorenzi, al centro del lungomare. Per far ripartire l’attività dei battelli entro l’estate, si ragiona, con la Capitaneria, dell’utilizzo temporaneo, a questo scopo, del molo di Langano
  • Sono previste opere di riqualificazione in tutte le aree verdi e nelle scuole, dall’impianto elettrico della media Giustiniani al complesso di asilo nido e scuola materna di Sant’Anna, che si vorrebbe ricostruire, “magari in materiale leggero ed ecologico”.

In totale, si è parlato di opere pubbliche per oltre 20 milioni di euro.

Campodonico vota diversamente dalla maggioranza

Attorno alla 1.30, è arrivata la presentazione di una mozione, da parte di Isabella De Benedetti, Movimento 5 Stelle, unica di opposizione presente alla seduta, dove si “impegnava” la giunta a partecipare al bando nazionale di rigenerazione urbana, per cercare un finanziamento (massimo 5 milioni) per il ripristino di Villa Riva, evitandone quindi la vendita. Campodonico ha proposto la conversione del testo da “impegna” a “invita” la giunta, e, su questa base, votato a favore, dicendo che la ex sede della guardia di finanza rappresenta un valore importante per il patrimonio cittadino. Contrari, invece, tutti gli altri di maggioranza (era assente Alessandra Ferrara).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!