“Ribelle”: ecco il nuovo brano della cantautrice Alessandra Alba

Cogorno. E’ on line il nuovo videoclip della cantautrice Alessandra Alba. Il suo ultimo brano di intitola “Ribelle”. Il video è stato girato dalla Basilica dei Fieschi di San Salvatore e sul Monte San Giacomo, e si avvale del patrocinio del Comune di Cogorno.

“Cercare la propria strada, trovare il ritmo giusto per il nostro passo, ascoltarci, scegliere, questa è la ribellione che l’amazzone porta con sé in questo brano. Proprio lei mi ha guidata nello scrivere il pezzo, a lei ci siamo ispirati con il gruppo del “Condominio La Rugiada” di Panesi, che già si era distinto durante il lockdown. Questa volta il gruppo si è allargato a nuovi e preziosissimi amici, per creare un video che accompagnasse il brano – racconta -. La nostra gioiosa creatività si è opposta ad un momento storico indeciso e traballante, regalandoci un istante di divertimento e solidarietà. Tante energie si sono unite e continuano a risuonare, come sembrano riecheggiare le voci delle portatrici o “camalle”, che partivano dai sentieri della Basilica dei Fieschi per trasportare a valle l’ardesia, estratta dagli uomini nelle cave del Monte San Giacomo; luoghi magici della nostra meravigliosa Liguria tutta da scoprire.

Ringrazio il Comune di Cogorno per avermi sostenuto in questo progetto, autorizzando il patrocinio; Mirko Tamoglia, che ha curato la parte ritmica del brano, Elisa Calistri, Vocalist nel brano e makeup artist per il video, Adriano Fontana e Francesca Pacini per i loro insegnamenti musicali. Per la realizzazione del video un grazie particolare a: Valentina Piazza, regista e inesauribile fonte di idee; il vulcanico Stefano Bertolone, che ha girato e montato il video;         Marcello Chiappara, addetto alla fotografia; Serena Rossi, l’impavida amazzone; Giorgio Ottonello, il vichingo dagli occhi di ghiaccio e responsabile dei costumi; Michele Perrella il temibile re; Federico Molinaro, il vichingo che ha forgiato la corona nella finzione del video, ma anche in realtà, essendo uno scultore di rara bravura; Elisa Pilotti, “la sciamana”, batterista di fama internazionale e Presidente del CAM di Lavagna; Tiziana Lagomarsino  e Laura Gaggero, avvenenti dame del re;                  , la giovanissima Egle Molinaro e Claudia Chiartelli, coraggiose amazzoni del corpo di ballo.

Nella realtà, anni di storia dividono amazzoni e vichinghi, che comunque vantavano nei loro ranghi donne guerriere, temibili e spietate. Ci siamo presi una licenza poetica, unendo epoche lontane, rappresentando così la lotta tra due popoli feroci. L’amazzone, simbolo di una donna indomita, sfida il re vichingo, emblema di stabilità e potere”, chiude Alessandra.

 

error: Contenuto protetto!