Autostrade, la posizione di Lavagna

Lavagna. Si è svolta questa mattina la riunione che ha visto coinvolti i Comuni di Lavagna, Chiavari e Cogorno, oltre ai vertici di ASL 4 e forze dell’ordine, per discutere della  situazione delle autostrade.  Lo scopo era quello di trovare una possibile alternativa viaria in attesa dell’adeguamento per l’atterraggio notturno dell’eliporto di Cogorno.
Infatti ad oggi, il servizio di elisoccorso è attivo soltanto in orario diurno. Il 118 avrà un contatto h24 con la centrale della polizia autostradale per avere aggiornamenti sulla situazione sia di autostrade sia delle statali e quindi decidere al momento la via più adatta anche con l’eventuale possibilità di un servizio di scorta.
“Inoltre – dicono da Palazzo Franzoni – in questo particolare momento di emergenza, si sente con forza la mancanza di un presidio delle forze dell’ordine al Pronto Soccorso di Lavagna. Il consigliere delegato alla Sicurezza Stefano Piazze dichiara:
“Nell’ultimo periodo si sono registrati tanti episodi pericolosi sia nei confronti dei cittadini sia degli operatori sanitari. Per questo è mia volontà, come rappresentante dell’amministrazione di Lavagna, chiedere con forza, nelle sedi opportune, che venga ripristinato il presidio di sicurezza”.
La consigliera alla Sanità Antonella Orbolo aggiunge: “Dalla riunione di stamattina è risultata l’impotenza del cittadino di fronte all’indifferenza di Società Autostrade. Rivolgiamo ancora una volta il nostro appello ai vertici della Regione, affinché provvedano a indicare le responsabilità di una così incresciosa situazione a chi di dovere, qualora si verificasse un caso di grave emergenza”.
error: Contenuto protetto!