Rata Imu, misura economica di aiuto per i cittadini di Cogorno

Cogorno. L’amministrazione di Cogorno, nel confermare che i soggetti passivi debbono effettuare il versamento dell’Imu dovuta al Comune per l’anno 2020 in due rate scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre 2029 e che la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di Imu per l’anno 2019, proporrà nel prossimo consiglio comunale del 12 giugno l’approvazione di un’importante misura economica di aiuto alla cittadinanza:
“Abbiamo valutato la possibilità di far pagare la prima rata Imu 2020, scadente il 16 giugno, entro il prossimo 16 settembre senza applicazione di sanzioni ed interessi, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche a causa dell’emergenza Coronavirus – spiega l’assessore al bilancio, Sergio Segalerba -. Chi ha avuto danni economici lo dovrà attestare entro il 31 ottobre 2020 sul modello che verrà predisposto dal Comune nei prossimi giorni e scaricabile direttamente dal sito del comune o presso l’ufficio tributi.
Si ricorda, inoltre, che sono esentati dalla prima rata Imu relativa all’anno 2020, gli immobili adibiti a, agriturismo, bed & breakfast, residence, campeggi ecc. nonché gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni) a condizione che i proprietari siano anche gestori delle attività”.
error: Contenuto protetto!