#agoràrestaacasamanonsiferma: il bilancio delle iniziative dell’associazione durante l’emergenza

Lavagna. #agoràrestaacasamanonsiferma #volontariato #italiacheaiuta sono gli l’hashtag che ben sintetizzano il lavoro svolto dall’associazione culturale l’Agorà di Lavagna in questi mesi di emergenza Covid.

In modo tangibile l’associazione ha sostenuto chi a casa non può starci e ogni giorno rischia la propria salute per permettere a tutti di riprendere al più presto una vita normale.

“L’inattività dei primi giorni dell’emergenza ci stava logorando ma, sebbene volessimo da subito metterci a disposizione, abbiamo voluto attendere di avere tutti gli strumenti per poterlo fare in modo davvero utile ed efficace. Grazie ad alcune persone che vivono sulla loro pelle l’emergenza, (i veri eroi di questo momento storico, medici, infermieri e tutto il personale sanitario) abbiamo avuto una lista dei dispostivi di protezione mancanti o comunque non sufficienti – spiega il direttivo -.

Dopo giorni convulsi di e-mail e telefonate, contatti e risposte negative, finalmente siamo riusciti a trovare alcuni fornitori che ci hanno fatto pervenire presidi e dispositivi di vitale importanza per il reparto Covid dell’ospedale di Sestri Levante che sta gestendo i casi sul nostro territorio, per il pronto soccorso di Lavagna, per il GSAT e per alcuni reparti del nostro polo ospedaliero”, raccontano le socie.

Di seguito le consegne di DPI effettuate da l’Agorà:

24/03

Grazie alle tante donazioni pervenute abbiamo effettuato la prima “consegna” di presidi di protezione individuale al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante: n. 47 tute cat. III per la protezione da rischio biologico.

26/03

Consegnate al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante n. 350 mascherine FFP2 e n. 27 occhiali per la protezione individuale.

27/03

Cento mascherine FFP2 sono state consegnate anche al GSAT (Gruppo Strutturato di Assistenza Territoriale) di Lavagna, dedicato all’emergenza epidemiologica da Covid 19. In questo Gruppo ogni turno è formato da un medico e da un infermiere che garantiscono la continuità assistenziale sia ai pazienti affetti da coronavirus senza sintomi di rilievo e quindi gestiti a domicilio, sia ai pazienti dimessi dall’ospedale. Inoltre il GSAT si occupa dell’esecuzione dei tamponi nella fase di diagnosi precoce sui soggetti individuati e segnalati dai Servizi di Igiene e Prevenzione aziendali, lavorando in sinergia anche con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

31/03

Ulteriore consegna di dispositivi di protezione personale riservati al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante: n. 2000 copriscarpe in TNT impermeabile con elastico al ginocchio.

02/04

Consegnati al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante n. 23 paia di zoccoli ospedalieri certificati, in gomma termoplastica, antiscivolo e sterilizzabili.

23/04

Consegnate n. 50 mascherine FFP2 e n. 20 tute protettive al personale del Pronto Soccorso di Lavagna che ogni giorno, con il suo operato, garantisce sul nostro territorio il primo soccorso in ogni situazione sanitaria, dalla più semplice alla più complicata.

01/05

Consegnate n. 20 tute per la protezione da rischio biologico al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante.

13/05

Consegnate al Pronto Soccorso di Lavagna n. 200 visiere protettive in policarbonato, per poter consentire ai medici e agli infermieri di questa importantissima struttura,  di operare in massima sicurezza.

18/05

Ulteriore consegna di n. 150 visiere protettive che sono state suddivise tra il Reparto Pre-Covid dell’Ospedale di Sestri Levante e i reparti di ostetricia, pediatria, chirurgia, medicina e neurologia di Lavagna.

“Chi conosce la nostra associazione sa che operiamo nella massima trasparenza e, come in altre occasioni prima di questa, vogliamo aggiornarvi alla data di oggi 27/05/2020, sulla nostra raccolta per emergenza Covid-19:

Donazioni ricevute: € 6.650,64 sul c/c + € 315,00 in contanti per un totale di € 6.965,64.

Pagamenti effettuati:

– n. 2000 calzari TNT impermeabili € 304,88

– n. 500 mascherine FFP2 € 1.952,00

– n. 23 paia di zoccoli sanitari € 391,88

– n. 47 tute protettive monouso cat. III € 258,50

– n. 27 occhiali protettivi € 87,00

– n. 20 tute protettive monouso cat. III € 126,00

– n. 20 tute protettive € 657,09

– n. 200 visiere protettive € 1.581,12

– n. 150 visiere protettive € 698,91

per un totale di uscite pari a € 6.057,38

I restanti 908,26 euro sono stati devoluti al C.A.M. Comitato Assistenza Malati Tigullio di Lavagna per il suo costante impegno a sostegno degli ammalati e della salute nel nostro comprensorio. Ringraziamo di cuore i soci, il Gruppo ATC Genova 2 Squadra cacciatori 158 del Comune di Ne, il Gruppo Genitori alunni Scuola Elementare E. Riboli, il Sampdoria Club “Gianni De Paoli”, il Genoa Club “Ugo Vignale” e tutte le persone che hanno contribuito con le loro donazioni alla nostra raccolta fondi pro “Emergenza Coronavirus”.

Ringraziamo inoltre i fornitori che con la massima disponibilità e sensibilità ci hanno aiutato a reperire il materiale e hanno risposto alle nostre e-mail di richiesta presidi anche nei giorni festivi e fuori orario di lavoro:

  • Il Sig. Ramiro di “Jefe Antinfortunistica Sas” di Lavagna che ha fatto davvero i salti mortali per recuperare i DPI che ci venivano richiesti.
  • La Ditta “Surgika Srl” di Levane (AR) nella persona del Sig. Andrea Marini che si è prodigato personalmente affinché questo “miracolo” potesse avvenire e le tanto agognate mascherine fossero consegnate ai nostri operatori sanitari in prima linea.
  • La Ditta “Medicalmono Srl” di Grassobbio (BG) che, nonostante si trovi in una delle zone d’Italia più colpite da questa pandemia, ha continuato a lavorare e a garantire un così importante servizio su tutto il territorio nazionale.
  • “Reposa Group”, brand commerciale di Giannoni Group Srl di Empoli (FI), Azienda che da oltre quarant’anni si è specializzata nella produzione di calzature sanitarie made in Italy al 100% a partire dalle materie prime.
  • La Ditta “Canevari Group Srl” di Rivanazzano Terme (PV).
  • La Ditta “Elettroglobal Srl” di Vicopisano (PI).

Tutti i fornitori da noi contattati si sono dimostrati sensibili e attenti alle richieste, non solo cercando di consegnarci i DPI in tempi celeri ma anche, vista le finalità degli acquisti, con scontistiche e prezzi davvero di favore.

In questo momento di emergenza”, chiude l’Agorà, “è stato difficile anche riuscire a ordinare i DPI necessari e con le corrette certificazioni, data la richiesta impellente su tutto il territorio nazionale, tuttavia noi non abbiamo desistito. L’impegno preso e portato avanti grazie alle vostre donazioni, è arrivato al termine. Per il momento, abbiamo concluso le consegne essendo terminato il periodo di emergenza. Speriamo che da oggi si possa guardare verso il futuro con relativa tranquillità cercando di non abbassare la guardia e mantenendo le giuste distanze indossando la mascherina. Crediamo di aver fatto del nostro meglio e speriamo sia stato utile”.

 

error: Contenuto protetto!