21 treni in più per la Fase 2

Genova. Sono state circa 18mila le persone che hanno scelto di viaggiare sui treni regionali della Liguria, il primo giono della Fase 2. Il 10% in più di viaggiatori rispetto la settimana precedente che corrisponde al 15% dei passeggeri nel periodo prima dell’emergenza sanitaria Covid-19.

180 i treni regionali di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) in circolazione, che hanno registrato un riempimento medio del 16%, già calcolato in base alla nuova disponibilità al 50% di posti a sedere. 21 nuove corse giornaliere, incrementate in accordo con la Regione Liguria committente del servizio, rispetto ai convogli in circolazione nel periodo della Fase 1.

Al fine di garantire il distanziamento sociale a bordo treno prosegue l’allestimento di tutta la flotta Trenitalia con marker sui sedili da non occupare segnaletica sulle porte per la salita e la discesa dei viaggiatori, le indicazioni a terra per indicare ai passeggeri l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri,. Sono state, inoltre, potenziate le attività di sanificazione e igienizzazione su tutti i treni.

Trenitalia e Regione Liguria stanno monitorando i flussi dei viaggiatori che, in queste prime giornate, non stanno riscontrando criticità. Particolare attenzione è dedicata alle esigenze di mobilità delle persone sulle singole linee.

Il Gruppo FS Italiane ricorda che tutti i passeggeri devono:

–           indossare sempre la mascherina protettiva;

–          essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni;

–          essere collaborativi a bordo treno con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi;

–          essere collaborativi in stazione con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!