Bagnasco: “La città risponde sì all’obbligo di mascherina”

Rapallo. Secondo la nota diffusa, questa mattina, dall’amministrazione comunale, la città di Rapallo ha risposto “Presente!” all’ordinanza sindacale emessa nella giornata di ieri dal sindaco Carlo Bagnasco, entrata in vigore la mezzanotte scorsa, introducendo l’obbligo di mascherina (o foulard, al massimo) nei luoghi chiusi ad accesso pubblico. E’ Carasco il secondo Comune del territorio ad aver introdotto lo stesso provvedimento, da lunedì prossimo.

Recita la nota di Rapallo: “Per contenere la diffusione da contagio da COVID-19 infatti il primo cittadino ha predisposto l’accesso obbligatorio con indosso specifiche mascherine negli orari di apertura di esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone per limitare il più possibile la contaminazione dell’ambiente. Questa mattina insieme all’assessore alla protezione civile Franco Parodi e all’assessore Filippo Lasinio, il sindaco ha svolto un sopralluogo delle attività commerciali cittadine e ha constatato che la quasi totalità delle persone si è già dotata e sta usufruendo di apposite mascherine”.

“Sono davvero soddisfatto dell’immediata risposta dei miei concittadini – dichiara il sindaco Carlo Bagnasco che aggiunge – a partire da oggi la nostra polizia municipale doterà gli esercizi commerciali di dpi da far utilizzare alla clientela”.

Nella foto, mascherine distribuite davanti al Carrefour di corso Assereto.

 

error: Contenuto protetto!