Coronavirus, Genova: ecco la nave ospedale GNV

Genova. È stata consegnata oggi alla Regione Liguria la nave ospedale GNV. Si tratta di un progetto messo a punto dalla compagnia di traghetti del Gruppo MSC insieme al RINA, in stretto coordinamento con il Sistema Sanitario Ligure e con la Protezione Civile. La soluzione è stata implementata in brevissimo tempo ed è in grado di assistere centinaia di potenziali pazienti, aumentando così la capacità ospedaliera della Liguria e, ove necessario, di altre aree del Paese. All’iniziativa partecipano, fornendo prodotti e servizi, numerosi partner liguri e nazionali.

Giovanni Toti, presidente della Regione dice: “Grazie a GNV per aver messo a disposizione questa nave, allestita a tempo record. È stato un grande lavoro di squadra. Siamo la prima Regione ad aver individuato e attrezzato su tutto il territorio le strutture idonee ad ospitare sia persone in ‘dimissione protetta’ dagli ospedali, per un periodo di convalescenza prima di tornare al proprio domicilio, sia persone che devono effettuare la quarantena in totale isolamento.

Sono già operative altre due strutture in Liguria: l’ex ospedale Falcomatà della Spezia e la Rsa di viale Cembrano a Genova. Da lunedì la nave sarà operativa con i primi 25 posti e sarà operativa anche la Scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo. Uno sforzo immane per far fronte all’emergenza e fornire un sostegno ai nostri ospedali che potranno dimettere coloro che hanno superato la fase acuta della malattia per accogliere chi ne ha bisogno”.

Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo GNV e Divisione Passeggeri Gruppo MSC aggiunge: “Come Gruppo MSC abbiamo sentito il dovere, in questa situazione di emergenza, di muoverci con tempestività e di mettere a disposizione le nostre competenze e le nostre risorse per sviluppare una soluzione che possa rispondere alle esigenze del Paese, e in particolare di Genova e della Liguria, avviando un progetto e accompagnandolo nella sua prima fase di sperimentazione”.

Ugo Salerno, amministratore delegato RINA: “Siamo felici di aver contribuito all’iniziativa di GNV, mettendo a disposizione le nostre competenze tecniche per un progetto che speriamo sia utile ed efficace per tutta la comunità. Abbiamo messo a punto un concept d’emergenza, così come lo è la situazione che stiamo affrontando, e vogliamo offrirlo a coloro che avranno la necessità di replicarlo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!