Ma quale futuro ha l’asilo nido di Lavagna?

Lavagna. Tutti i consiglieri di opposizione di Lavagna (e quindi i gruppi Officina Lavagnese, 100% Lavagna, M5S) hanno presentato un’interrogazione al sindaco, riguardante la “Cessazione del servizio di ASILO NIDO di Lavagna ” per conoscere le prospettive future del servizio. Corsi, Maggi, Di Martino, Pittau e Stefani dicono che si tratta di “un fiore all’occhiello del Comune e punto di riferimento per tante famiglie giovani e soprattutto un servizio di supporto alle politiche della famiglia e specificatamente delle donne lavoratrici”.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione:

▪ Visto il ritiro della proposta di delibera n. 94, inserita al N.6 dell’ODG del Consiglio Comunale del 12/12/2019, con la quale la maggioranza prospettava la cessazione del servizio di asilo nido comunale da parte del Comune di Lavagna, a far data dal 01/08/2020, nonché l’indizione di una procedura di gara per l’affidamento in locazione della struttura e delle attrezzature dell’asilo a privati che intendessero garantire la gestione del l’asilo stesso.

▪ Considerato che l’anno educativo 2019/2020 è già avanzato e si conclude al 31 luglio 2020.

▪ Considerato che entro il mese di Maggio le Amministrazioni Comunali dovrebbero chiudere le iscrizioni al servizio per l’anno scolastico 2020/21 per il successivo Settembre 2020.

I sottoscritti Consiglieri di opposizione INTERROGANO il Sindaco e l’Assessore competente per conoscere quali provvedimenti siano stati adottati a seguito del ritiro della proposta di deliberazione n. 94 all’ ODG del Consiglio Comunale del 12/12/2020.

Ciò al fine di garantire il proseguimento del servizio per il prossimo anno e di permettere alle famiglie interessate di organizzarsi di conseguenza.

error: Contenuto protetto!