News

Ambiete, “OLI-ndo” arriva nelle scuole di Sestri Levante

Sestri Levante. Un servizio di raccolta, trasporto e smaltimento degli oli vegetali esausti. È questo l’oggetto della convenzione, approvata dalla giunta, tra il Comune di Sestri Levante e la ditta Eco-Rec srl di Pisa nell’ambito del progetto “OLI-ndo nelle scuole”. L’obiettivo è quello di incrementare la raccolta differenziata e di offrire agli studenti una importante azione di educazione ambientale.

Il progetto, discusso e accolto a novembre dello scorso anno dal Consiglio di istituto del comprensivo, presieduto dalla dirigente scolastica Donatella Arena, prevede la raccolta delle bottiglie con l’olio esausto negli appositi contenitori con capienza massima di 250 litri, collocati in prossimità degli edifici scolastici di Sestri Levante: via Lombardia, piazza della Repubblica, via Val di Canepa, S. Bartolomeo e via Palermo.

Incaricata del trasporto e dello smaltimento sarà la ditta Eco-Rec srl di Montescudaio, in provincia di Pisa, con cui il Comune ha firmato una convenzione di durata biennale in vigore fino al 31 dicembre 2021 e prorogabile di un anno. Per ogni 1000 chili di olio vegetale raccolto, l’azienda si impegna a corrispondere alle scuole un rimborso pari a 70 euro in beni di cancelleria.

“Le azioni per un consumo e uno smaltimento di ciò che non usiamo più hanno avuto il riscontro positivo di tanti cittadini. Azioni in cui abbiamo deciso di coinvolgere anche i nostri ragazzi, con l’obiettivo di educarli al rispetto dell’ambiente e della città in cui vivono – dice il sindaco Valentina Ghio -. Attraverso la firma di questa convenzione e dell’adesione al progetto, l’amministrazione sottolinea il proprio impegno nell’aumentare la raccolta differenziata. Un’operazione resa possibile grazie alla lungimiranza di chi si occupa dell’educazione dei cittadini di domani”.

“Il progetto promosso dall’Istituto Comprensivo di Sestri Levante e accolto favorevolmente dal Comune si inquadra negli obiettivi indicati nell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile dell’Organizzazione Mondiale delle Nazioni Unite – ha detto la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Donatella Arena -. Educare gli alunni a rispettare l’ambiente e a tutelarlo permette anche di invitare le famiglie a riflettere sulle emergenze ambientali del nostro tempo”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!