News

Monitor – Tra palco e realtà: il Festival è la televisione, Sanremo ipse dixit

IL FESTIVAL  E’ LA TELEVISIONE,  SANREMO IPSE DIXIT

Il successo del 70° Festival di Sanremo di Amadeus ha  sicuramente qualcosa da insegnare anche  agli appuntamenti musicali e non solo della nostra Riviera di Levante.

Due aspetti, soprattutto. Il primo, la parziale uscita dalle claustrofobica  location di teatri e studi per declinare sempre di più il Festival in mezzo alla gente. Nel caso di Sanremo bene il maxi-palco del Nutella Stage in piazza Colombo, ma la Città dei Fiori, il prossimo anno, dovrà pensare a puntare anche sul lungomare, fatto salvo l’obbligo di non ripetere le scelte sbagliate del passato.

Eppoi gli ascolti, il Festival di Sanremo viaggia attorno al 55 % di share, con punte di oltre 13 milioni nella prima parte della serata.

Numeri che confermano come Sanremo poggi tutta la  comunicazione e la  promozione e la fenomenologia sulla televisione. Senza una grande, continua full immersion televisiva non si va da nessuna parte. E qui va dato atto al Comune di Sanremo che la tanto bistrattata (e milionaria) convenzione- Festival firmata ogni anno dal sindaco. al settimo piano di Viale Mazzini, ha dato ottimi risultati.

Ecco, ho trascritto sul monitor, due riflessioni in libertà in attesa della serata finale del Festival di Sanremo che stasera vedrà il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti premiare il vincitore dei giovani. La prima volta che la Regione Liguria salì sul palco dell’Ariston fu nel 1984, per premiare la “Terra promessa” di  un giovanissimo e sconosciuto  esordiente :Eros Ramazzotti.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!