News

Ripartizioni e settori, la rivoluzione del Comune di Rapallo

Rapallo. Incrementare le capacità operative del Comune, disporre al meglio le risorse umane per rendere l’ente più efficiente, rendere più efficaci i processi gestionali e, quindi, rispondere nella maniera più pronta e consona alle esigenze dei cittadini. Sono i presupposti su cui si fonda la ridefinizione della macrostruttura organizzativa del Comune di Rapallo, che la giunta comunale ha recentemente approvato.

Novità principale del nuovo schema macrostrutturale, la ridefinizione delle strutture organizzative in ottica di adeguamento ai nuovi principi in materia di dotazione organica e programmazione dei fabbisogni del personale: da sette “ripartizioni” si passa quindi a sei “settori”. L’accorpamento delle ripartizioni 1 e 4 che va a definire un’unica area amministrativa. Ad essa si aggiungono i settori 2 (Servizi Finanziari), 3 (Servizi Tecnici), 4 (Servizi alla Persona), 5 (Corpo Polizia Municipale) e 6 (Gestione del Territorio). Rispetto al precedente assetto organizzativo, sono state redistribuite alcune funzioni tra i vari settori per una gestione migliore e più efficiente dei processi. 

Altre novità, il riconoscimento in Staff al Segretario Generale di alcune funzioni trasversali ai settori e l’istituzione dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco, in cui confluiscono le funzioni di segreteria del sindaco, supporto agli organi collegiali, funzioni svolte dai messi comunali e dell’ufficio di staff del sindaco.

«Da diversi anni non veniva effettuata una riorganizzazione della macrostruttura dell’Ente, iniziativa che, periodicamente, si vede necessaria per rendere l’organizzazione più efficiente e raggiungere l’obiettivo primario: rispondere alle esigenze della cittadinanza – sottolinea il sindaco Carlo Bagnasco – Ritengo che le linee fondamentali del nuovo modello si muovano esattamente in questo senso. Ringrazio l’assessore al Personale Franco Parodi, il segretario generale Mario Vittorio Canessa e i dirigenti che si sono adoperati per predisporre il nuovo assetto della macrostruttura nella maniera migliore».

«La riorganizzazione punta a rispondere al meglio alle diverse istanze dei cittadini, ad essere più flessibili rispetto alle loro esigenze – aggiunge l’assessore Franco Parodi – I cambiamenti vengono sempre messi in atto con l’obiettivo di migliorare la macchina comunale nella sua concezione più generale. Mi unisco ai ringraziamenti al segretario generale e ai dirigenti per la fattiva collaborazione».

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!