News

Carnevale a Chiavari, ecco il programma e come iscrivere il proprio carro

Chiavari. Viene reso noto il programma della festa di Carnevale che si terrà a febbraio a Chiavari. C’è tempo per iscriversi alla sfilata e preparare il proprio carro. Vediamo il dettaglio.

Sabato 22 febbraio 2020, a partire dalle ore 21.30, nell’atrio di Palazzo Bianco, torna il Ballo in Maschera Vintage con la partecipazione della band rock&roll and rockabilly Miki & The Red Rock (foto sotto) e un tuffo nel passato con i Mashup, crew che intratterrà il pubblico con balli acrobatici ed evoluzioni.

Mentre domenica 23 febbraio, a partire dalle ore 15 presso la rotonda Ravenna, partirà la sfilata dei carri sul lungomare con animazione della Miwa Cartoon Street Band (foto grande) e la parata dei trampolieri della Compagnia Familupis (foto sotto), accompagnati dal gruppo storico degli sbandieratori dei Sestieri di Lavagna. L’arrivo è previsto in via dei Velieri con l’immancabile pentolaccia, distribuzione di dolciumi e intrattenimento musicale a cura del gruppo I Parapendio: sarà l’occasione per procedere alla premiazione del carro più originale, organizzata dal Comitato Lungomare in collaborazione con l’Associazione Bande Sonore.

In caso di maltempo, la sfilata sarà rimandata alla domenica successiva (1 marzo 2020).

Per prendere parte alla sfilata con il proprio carro è necessario inviare una mail a turismo@comune.chiavari.ge.it entro e non oltre il 20 febbraio 2020, indicando la targa del veicolo e la tipologia dello stesso, nome e cognome del proprietario, numero di telefono del referente.

«Ringrazio il Comitato Lungomare per l’impegno che mette in campo nell’organizzazione di questo appuntamento con il divertimento, tanto atteso dai chiavaresi. Anche quest’anno l’amministrazione comunale conferma due iniziative che intercettano le esigenze di diverse fasce d’età, per soddisfare le esigenze di grandi e piccini» dichiara l’assessore alla Promozione della Città, Gianluca Ratto.

«Ritornano due eventi davvero sentiti dai nostri cittadini e capaci di attrarre pubblico da tutto il comprensorio. E’ l’occasione per recupere una tradizione storica, ma allo stesso tempo per renderla più accattivante e al passo con i tempi» sottolinea la consigliera delegata agli eventi giovanili, Alice Galli.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!