“Quattro anni senza Giulio, la verità negata”: fiaccolata e non solo venerdì a Chiavari

 

Chiavari. “Quattro anni senza Giulio, la verità negata”. L’associazione “Verità per Giulio Regeni – Il Tigullio non dimentica” ricorda il giovane ricercatore ucciso in Egitto nel 2016,  con un presidio e un momento di confronto, venerdì 24 gennaio a Chiavari. Il programma prevede il ritrovo in piazza Mazzini alla 17 per una fiaccolata che si dirigerà all’auditorium San Francesco, dove alle 18 ci sarà l’incontro con Carlo Bonini, giornalista de La Repubblica. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Chiavari. “Riteniamo sia importante essere presenti in tanti, una spinta per far sì che i 4 indagati possano essere interrogati dalla magistratura italiana” dice il presidente dell’associazione Andrea Lavarello.

L’associazione oltre ai temi dei diritti civili, cura anche momenti dedicati all’ambiente, coinvolgendo gli studenti in tematiche come l’emergenza climatica: Loredana Marangone sottolinea che “I ragazzi sono stati attentissimi e si sono dimostrati molto interessati e sensibili rispetto agli incontri proposti”.

“Oltre a portare alto il ricordo di Giulio Regeni ci occupiamo di iniziative di soldiarietà”, aggiunge Sergio Ghio: “Lo scorso ottobre 2016 dopo il terremoto, al Cantero, c’è stata una importante raccolta fondi, cui hanno partecipato diversi Comuni del Tigullio, ed anche e quello di Santo Stefano Magra. Abbiamo raccolto ben 150mila euro, che abbiamo deciso di destinare alla creazione di un centro sociale ad Arquata del Tronto. Dopo lunga gestazione a causa della complessa burocrazia, adesso si vedono le fondamenta, con i muri di contenimento; speriamo che entro fine anno diventi realtà”.

 

error: Contenuto protetto!