Si studia ancora come intervenire sulla Statale 523

Genova. Siè parlato della situazione della strada statale 523, questa mattina, nel consiglio regionale. Come riferisce l’ufficio stampa di questa istituzione, Luca Garibaldi (Pd) ha presentato un’interpellanza in cui ha chiesto alla giunta le motivazioni della mancata convocazione del tavolo di confronto tecnico amministrativo per il miglioramento della Strada statale 523 in modo da valutare le priorità degli interventi e impostare la programmazione delle opere con il coinvolgimento degli enti locali. Garibaldi ha ricordato che la SS 523 ha un’importanza strategica per la Liguria e costituisce un importante collegamento con l’Emilia Romagna per gli abitanti dell’Alta Valle del Taro, la Val Petronio e l’Alta Val di Vara. Garibaldi ha rilevato, in particolare, che ci sono ancora molti i lavori di rettifica della strada da completare.

L’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone ha spiegato che nell’ambito del tavolo tecnico istituito con Anas, sono emersi due ordini di problematiche: «La manutenzione ordinaria con il rifacimento della pavimentazione stradale, la regimazione delle acque e le opere necessarie per la messa in sicurezza e, inoltre, la realizzazione di nuovi interventi e la loro sostenibilità economico-finanziaria. In esito ai risultati sulle iniziative che Anas intende intraprendere rispetto a queste problematiche, il tavolo tecnico verrà esteso agli amministratori locali delle zone interessate, che hanno già formulato alla Regione alcune istanze, già trasmesse ad Anas per le necessarie valutazioni tecniche».

error: Contenuto protetto!