Comune di Ne, ringraziamenti e riflessioni di Cuneo

Ne. “Ringrazio tutti coloro che stanno cercando di comprendere cosa accade nella vita politica del Comune di Ne. Come ho avuto modo di dire nel mio intervento in consiglio comunale, ritengo che l’attuazione del programma con il quale ci siamo presentati alle elezioni amministrative non è un “optional”. Questioni sulle quali abbiamo tanto dibattuto e argomentato nella campagna elettorale come trasparenza, comunicazione diretta e chiara con i cittadini, partecipazione di tutti, rispettare le associazioni senza usarle come strumento per attrarre consenso, favorire l’accesso turistico al nostro territorio e l’accesso ai finanziamenti europei anche grazie alla Rete Escursionistica Ligure, sono questioni presenti nel nostro programma, che ritengo effettivamente utile e necessario portare avanti. Questioni sulle quali io, ma anche tutti gli altri consiglieri di maggioranza, ci siamo impegnati, chiedendo il voto agli abitanti di Ne”. Inizia così la lettera pubblicata sui social da Alessio Cuneo, che resta consigliere comunale.
“Questi obiettivi non solo non sono stati portati avanti dalla maggioranza, ma ho trovato concreti ostacoli nel tentativo di perseguirli in prima persona: dalle mie proposte lasciate cadere nel vuoto, alle riunioni sui temi di mia delega fatte in Comune senza avvertirmi, né invitarmi. Fatti presenti questi problemi alla sindaca, tempo una settimana, mi sono state revocate le deleghe.
Nell’escludermi dalle scelte e discussioni che si prestano ad una pura ricerca di consenso, leggo, a posteriori, la volontà di tagliarmi fuori là dove certamente non avrei avvallato posizioni in contraddizione con il nostro programma, discutibili o poco trasparenti, con il risultato di alimentare una falsa frattura fra “buoni” e “cattivi”.
In consiglio ho anche ricordato che la nostra lista è nata come una lista civica”, prosegue Cuneo, “sapendo che la mia collocazione politica generale non è la medesima di quella di molti componenti della maggioranza e che, per me, continuano a non sussistere problemi di sorta, in una ottica di amministrazione locale.
A quanto detto e scritto in campagna elettorale rimango fedele e, più in generale, mi adopererò, dentro e fuori il consiglio comunale, affinché il nostro territorio non sia amministrato come un insieme di fazioni contrapposte “con me” o “contro di me”, ma sia valorizzato guardando l’interesse generale”.
error: Contenuto protetto!