News

Lo stop al depuratore danneggia Lavagna

Lavagna. Il Comune di Lavagna è informato dello stop alla procedura per il depuratore in Colmata a Chiavari? E come intende procedere? Lo chiedono i consiglieri di Officina Lavagnese, Aurora Pittau e Guido Stefani, con una interrogazione. Ecco il testo completo:

Vista la recente notizia, appresa dai sottoscritti Consiglieri Comunali tramite i media, circa la dichiarazione di improcedibilità formulata da Regione Liguria circa l’istanza di Procedura di Autorizzazione Unica Ambientale, inerenti l’impianto di depurazione delle acque sito nell’area di Colmata del Comune di Chiavari, motivata dalla mancata previsione dell’impianto di depurazione nel Piano Urbanistico Comunale di Chiavari attualmente vigente;

Considerato che il suddetto impianto dovrebbe servire, oltre al comune di Chiavari, anche i Comuni di Leivi, Lavagna, Ne, Cogorno, Carasco, Coreglia Ligure, San Colombano Certenoli, Borzonasca e Mezzanego, Zoagli;

Considerato che l’ulteriore ritardo nella procedura di realizzazione dell’impianto rischia di portare alla determinazione di sanzioni che colpirebbero la popolazione dei Comuni interessati da procedure di infrazioni comunitarie, oltre che ritardare la risoluzione del problema della depurazione delle acque nel nostro territorio.

INTERROGA

Il Sindaco e la Giunta Comunale per sapere se e come siano stati informati della dichiarazione di improcedibilità e quali iniziative si intendano intraprendere per tutelare i cittadini del Comune sia sotto il profilo della necessità di avere al più presto un impianto di depurazione delle acque a norma sia per evitare la possibilità dell’erogazione delle sanzioni previste dalla normativa Comunitaria in materia.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!