commenti calcio

Real Fieschi, Zeka:”Settore giovanile con Tigullio Academy se la società non si salva. I bambini? Per me famiglia sportiva, per altri sacchi di soldi che camminano”

Il tempo scorre, la corsa per salvare il Real Fieschi (proseguono sottotraccia gli incontri e i sondaggi di Comune di Cogorno e Federcalcio) va avanti, ma gli interrogativi sul futuro del settore giovanile restano. Se la società non verrà salvata dove andranno i settanta ragazzini? Eugent Zeka, responsabile di un settore giovanile che in questi giorni non ha mai interrotto la propria attività, ha le idee chiare. E racconta il suo pensiero.

Zeka, giorni intensi anche per lei. Cosa succederà?

Difficile prevederlo. Ma io spero sempre che la società si possa salvare. Sto continuando a lavorare sul campo anche nella speranza che tutto si risolva in questo modo. Io non mollo. Darà tutto per questa maglia fino all’ultimo.

E se alla fine non si riuscirà in questo intento?

Se la società non si salverà il settore giovanile ha la possibilità di passare provvisoriamente al Tigullio Academy, fino alla fine stagione in corso. Il Comune, tra l’altro, ha dimostrato il massimo sostegno per venirci incontro e fare continuare i bambini a giocare sul campo di San Martino. Cambieremo solo nome, d’accordo. Ma tutto rimarrà e proseguirà come siamo, tutti uniti, senza cambiare nulla e magari senza perdere neanche un bambino.

Perchè ha scelto Tigullio Academy? Qualcuno in giro dice che non è di Cogorno…

Se prende fuoco un bosco a Cogorno o arriva un terremoto nel nostro Comune si rifiutano gli aiuti anche da fuori? Non cfedo proprio, anzi ce lo si augura pure. Noi il nostro terremoto calcistico lo abbiamo vissuto. E l’aiuto del Tigullio Academy, tramite il loro presidente Angelo De Fazio, che non smetterò mai di ringraziare, è stato il primo e il più giusto per la nostra causa. Loro sono una realtà piccola, cosa che non condizionerebbe l’andamento dell’attività dei nostri tesserati fino alla fine stagione.

E alla fine della stagione cosa accadrà?

Intanto, se ce lo permettono, andiamo tutti uniti fino alla fine. Poi nel mese di giugno potremo dare vita a una nuova academy, con un nome scelto e votato dai nostri bambini. Sarà una academy residente, cioè che si identificherà con il Comune di Cogorno. E’ un progetto meraviglioso che credo andrebbe bene anche al Comune. Se stiamo uniti fino alla fine, questi bambini saranno i veri pionieri di un’altra vera e meravigliosa realtà calcistica di Cogorno.

Perchè dice “se ce lo permettono”?

Perchè non vorrei che qualche società limitrofa cerchi di separare il gruppo e strapparci dei tesserati. Invece sarebbe nobile se ci aiutassero a vivere e a dare vita ai nostri sogni. Se io non ho da dare da mangiare per i miei figli, non è un aiuto portarmeli via perchè sei più grande o ricco. Piuttosto preferirei cercasse di sostenermi in modo che io possa mantenere la famiglia unita.

C’è qualcosa che l’ha fatta arrabbiare di più in questi giorni?

Ce ne sono state, non dico di no. Ma sto sacrificando tempo anche alla mia famiglia per portare avanti quella che per me è una famiglia sportiva. A chi sta remando contro dico solo che i bambini che giocano a calcio sono un dono, non sono sacchi di soldi che camminano.

Intanto lei in questi giorni tra allenamenti e incontri con i genitori sta organizzando la squadra degli allenatori…

Alcuni resteranno, altri ci verranno a dare una mano. Voglio ringraziarli già fin da ora di cuore. Mi piace fare i loro nomi per la loro disponibilità ad aiutarci per la nostra causa: Luca Cavallo, Elio Ghilino che è già sul campo, Alberto Semplici, Pierpaolo De Cicco, Stefano Bacherotti, Mauro Massa e altri in varie ruoli e mansioni. Tutti nomi conosciuti, gente del mestiere che ha dimostrato un grande cuore.

Ci sono tante voci su di voi in questi giorni

Io dico che è importante restare tutti assieme perché assieme avevamo iniziato e assieme vorremo andare avanti fino alla fine stagione. La Tigullio Academy ci può dare questa opportunità senza ovviamente costi aggiuntivi. Le uniche spese potranno essere solo quelle di tesseramento che hanno un prezzo simbolico. Lo sguardo dolce, la stima e il rispetto dei genitori e bambini sono il migliore contratto che possa desiderare. Sono ricco in mezzo a loro e lavorando per loro. Prego che Dio non ci separino. Non voglio perdere la mia famiglia sportiva alla quale ho dato tutto me stesso insieme a tutto il mio staff di collaboratori.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!