News

Per Pasqua il ritorno del FrecciaBus

«Atp è pronta a riproporre l’esperienza del Frecciabus, ovviamente dopo aver verificato le condizioni logistiche, a cominciare dal parcheggio di interscambio, e in accordo che le amministrazioni locali». Con queste parole, Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio, conferma la disponibilità dell’azienda a intraprendere le iniziative necessarie per ripetere l’esperienza del 2018, quando venne sperimentato il servizio navetta da Rapallo a Portofino via Santa Margherita.

Della prospettiva si è tornati a parlare, negli ultimi tempi, tra i Comuni coinvolti. Il sistema prevedeva che i passeggeri dei pullman turistici in arrivo al casello autostradale di Rapallo convergessero nell’area di interscambio per salire a bordo dei mezzi di Atp per raggiungere il centro di Rapallo o le località vicine.

«Ho già parlato con i sindaci di Rapallo, Santa Margherita e Portofino, ottenendo il loro disco verde alla riproposizione del servizio – conferma Claudio Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti di Città Metropolitana – ma è soprattutto con Atp che abbiamo già attuato i primi incontro con gli operatori del turismo, a cominciare dai Battellieri, con i quali intendiamo creare un clima costruttivo di collaborazione. Ringrazio in quest’ottica Sergio Michelini, presidente del Consorzio Battellieri, con il quale abbiamo intavolato una fruttuosa discussione».

I sindaci Carlo Bagnasco di Rapallo e Paolo Donadoni di Santa Margherita esprimono parere positivo: «Stiamo lavorando a un sistema di trasporto per il periodo turistico-balneare, che sia condiviso da tutte le parti in causa. E’ importante che Città Metropolitana e Atp concordino su questo metodo».

I tempi per attuare il servizio sono abbastanza stretti, come può confermare Andrea Geminiani, direttore di Atp Esercizi, che però commenta: «Questa volta abbiamo dalla nostra l’esperienza del 2018 e quindi se partiamo subito a organizzare il servizio Frecciabus, riusciremo ad arrivare in tempo per la settimana di Pasqua, che è il nostro obiettivo. Fondamentale, però, è risolvere il nodo del parcheggio di interscambio, che deve essere nella disponibilità di Atp».

Spiega ancora l’azienda: “Come si ricorderà, l’intero sistema ruota attorno alla creazione del centro di accoglienza dei bus gran turismo a San Pietro di Novella allo svincolo del casello autostradale di Rapallo. E’ qui che nel 2018 i mezzi parcheggiavano e gli addetti di Atp facevano trasbordare i turisti sui Frecciabus Euro 6, con i quali si proseguiva alla volta di Rapallo, Santa Margherita e Portofino. Molte comitive, poi, potevano scegliere dopo l’arrivo a San Pietro di Novella, di raggiungere l’imbarcadero rapallese e proseguire la visita turistica a bordo dei battelli.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!