Caso Real Fieschi, cosa succede al settore giovanile? Zeka:”Aiutateci a far restare assieme i bambini”

Il Real Fieschi non c’è più. Un comunicato ha posto fine, ieri sera, alla vita della società. I giocatori della prima squadra stanno cercando nuove sistemazioni. Ma il vero problema è il settore giovanile. Ci sono oltre settanta bambini e ragazzini che ora non sanno come muoversi. Do voci in giro in queste ore ne sono emerse tante.

E Eugent Zeka, responsabile del settore giovanile del Real Fieschi (nella foto), è più che mai determinato a portare avanti l’attività. Gli scappa una lacrima quando guarda il telefono:”Vuoi sentirli? Sono i messaggi vocali dei miei bambini che mi chiedono ora cosa succederà?”.

E Zeka promette che farà di tutto per tenere insieme i bambini:”Molti allenatori del Real Fieschi hanno deciso di non venire più – racconta -. Ci sono altri allenatori che gratuitamente sono pronti a darmi una mano. Cosa spero? Che questi bambini non si ritrovino in tante società diverse. C’è una gran confusione in queste ore. tanti ci vogliono aiutare, altri forse vogliono anche approfittare di quello che è successo. Quello che chiedo è solo che ci siano aiuti che ci permettano di continuare a lavorare insieme in questa stagione. Questi bambini hanno scelto il Real Fieschi, hanno scelto il gruppo e meritano di proseguire insieme. A giugno poi ognuno farà le proprie valutazioni. Ma ora è necessario che gli aiuti siano concreti e finalizzati solo all’interesse dei nostri giovani calciatori. Io sono qui e non li abbandonerò. Se ci sono problemi di spazi, il Comune di Cogorno ci ha già fatto sapere che è disposto a darci una mano”.

Anche la società, intanto, si sta muovendo chiedendo alle società interessate di dare una mano ai genitori senza chiedere loro per il proseguimento della stagione nuovi pagamenti.

error: Contenuto protetto!