News

Indagine per omicidio per la barista di Chiavari morta sotto un treno a settembre

La notizia è esplosa negli ultimi due giorni, dopo che l’indagine della Procura di Genova era stata condotta sotto silenzio per molto tempo. Gli inquirenti hanno interrogato, e lo faranno di nuovo, gli amici che erano con Veronique Garella la notte tra il 20 ed il 21 settembre scorso, prima che la ragazza, attorno alle 5 del mattino, morisse travolta da un treno in transito all’altezza di Lavagna. Sulle braccia della giovane, ha raccontato il Secolo XIX, sarebbero stati trovati segni che lascerebbero immaginare una colluttazione e quindi non si esclude che qualcuno possa averla spinta sul binario, laddove, invece, sinora, si immaginava fosse finita in un tragico incidente. Il nuovo elemento riportato dall’Ansa è che Veronique potrebbe avere avuto un litigio con un’amica per motivi di gelosia ed un ragazzo conteso. Sembra esserci un buco di un’ora, poi, nella ricostruzione dell’avvenuto: la ragazza è infatti uscita dal locale dove si trovava attorno alle 4, mentre il treno che l’ha uccisa passava alle 5. Ci si chiede se, nel frattempo, avesse visto qualcuno, e chi. Gli interrogati sono stati cinque.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!