Quattro Comuni uniti sui musei. I nuovi numeri di affluenza al Musel

Sestri Levante. Nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale di Sestri Levante, è stata approvata la delibera relativa alla convenzione tra i Comuni di Sestri Levante, Castiglione Chiavarese, Maissana e Carro per la gestione di politiche culturali, museali e turistiche.

Secondo quanto riferisce la nota diffusa dal Comune di Sestri Levante, “le amministrazioni comunali hanno concordato sull’opportunità, sia in termini di efficacia che di efficienza, di far convergere le rispettive politiche culturali e turistiche su temi comuni, condividendo progettualità integrate sia dal punto di vista culturale che turistico, anche attraverso il coinvolgimento delle strutture museali del territorio, vale a dire il MuSel di Sestri Levante e il MuCast di Castiglione Chiavarese, che fanno già parte del Sistema Museale fondato nel 2013, la cava di diaspro di Valle Lagorara del Comune di Maissana e la casa di Niccolò Paganini, del Comune di Carro, sede dal 1999 del centro museale mineralogico, attualmente in fase di riallestimento.

Dichiara l’assessore alla Cultura, Maria Elisa Bixio: “Questa convenzione ha il sapore di tante cose: di cultura e promozione del territorio ma anche di buone pratiche amministrative, di collaborazione tra Enti attraverso strategie comuni di politiche culturali e turistiche, per non disperdere energia ma, anzi, fare lavoro di squadra per razionalizzare forze per futuri investimenti e ricerca di finanziamenti europei”.

Sono inoltre disponibili i dati relativi a presenze e ingressi del MuSel per i primi dieci mesi del 2019, da gennaio a ottobre, che evidenziano una grande partecipazione ai numerosi appuntamenti in calendario e un’importante crescita degli ingressi al polo museale. Un successo raggiunto anche grazie a una attiva e concreta collaborazione con le realtà associative del territorio, che trovano nel museo cittadino un punto di riferimento importante per l’organizzazione di eventi.

Gli ingressi al MuSel superano quota 3.000, segnando un +39% sulle presenze e +114% sugli incassi, un risultato ottimo che si aggiunge alla presenza di oltre 900 partecipanti alle 50 iniziative e attività collaterali portate avanti dalla Conservatrice Marzia Dentone e dallo staff di palazzo Fascie. Il progetto del MuSel è sviluppato con il coordinamento generale di Mediaterraneo Servizi, grazie al quale, dopo la definizione progettuale di una attività culturale variegata e di pregio, il MuSel ha avviato una nuova fase di lavoro, proponendo un’offerta strutturata sfruttando un assetto organizzativo che ha consentito la creazione di nuove relazioni e progetti.

Tra gli eventi più apprezzati, gli appuntamenti della rassegna “Da Sestri al mondo, dal mondo a Sestri” che quest’anno ha avuto come tema il viaggio, con 5 incontri/conferenza con una partecipazione media di 60 persone. 9 i laboratori dedicati a bambini e famiglie, 11 visite guidate o tematiche a cui si sono aggiunti i tour in lingua inglese a cadenza settimanale. Oltre a queste attività, di particolare interesse sono state anche le collaborazioni attive con le scuole del territorio, le associazioni, le partnership con altri eventi come Andersen Premio e Festival e Penisola di Luce e l’adesione a numerosi eventi nazionali come la Settimana dei Musei, i Kids Pass Days, le Giornate Europee dell’Archeologia e quelle del Patrimonio. Da segnalare, in particolare, la mostra “La storia in soffitta” a cura di LabTer Tigullio e delle seconde classi dell’Istituto Comprensivo di Sestri Levante, che in poco più di settimana di allestimento ha registrato un picco di 230 presenze.

Commenta Marzia Dentone: “I risultati del Museo consolidano e confermano un percorso iniziato a partire dal 2014, raccogliendo i frutti e dando continuità a una rete di relazioni con associazioni locali, Università, enti pubblici e privati di vario tipo. La finalità che muove ogni passo è la condivisione del patrimonio culturale e storico con tutti i cittadini. Il 2019 è stato un periodo molto intenso, ricco di eventi e attività che hanno contribuito a consolidare l’immagine del MuSel come realtà dinamica, al servizio dei visitatori e in continua crescita.”

error: Contenuto protetto!