News

I sindaci del Tigullio incontrano il Papa

Roma. Ieri sera, si è disputata la partita tra i “campioni del cuore” del Tigullio e la squadra del Vaticano, con la quale si sono raccolti fondi per le opere caritetevoli del Papa. Nella foto della squadra, si riconoscono il cantante e allenatore Sandro Giacobbe, sacerdoti della diocesi come don Alberto Gastaldi e don Andrea Buffoli, i consiglieri regionali Mazza, Muzio e Pisani, i sindaci di Portofino (Matteo Viacava), Santa Margherita (Paolo Donadoni), Rapallo (Carlo Bagnasco), Chiavari (Marco Di Capua), il deputato Luca Pastorino, il presidente della Chiavari Scherma Nicola Orecchia, giornalisti come Andrea Capitani di Telepace. Spunta anche Bruno Giordano, mitico attaccante nel Napoli con Maradona e Careca:

Mazza spiega di aver consegnato i proventi all’elemosiniere apostolico Konrad Krajewski: “Oltre all’assegno abbiamo consegnato dei box lunch con pasti completi che questa sera verranno distribuiti ai senzatetto della stazione Termini”, scrive su Facebook.

Questa mattina, tutti ricevuti in udienza da Papa Francesco. Donadoni ha consegnato a Bergoglio il cd con il canto “Preghiera”, dove lui ha scritto le parole, musicato da Francesco Milita, suonato dalla Filarmonica C. Colombo e cantato dal Coro Voci d’Alpe di Santa Margherita Ligure. “Gli ho chiesto di poter andare tutti insieme a suonare e cantare “Preghiera” al suo cospetto…..”, riferisce Donadoni via Facebook:

Le foto sono tratte dai profili Facebook dei partecipanti.

Ad accompagnare la folta delegazione c’era anche l’assessore allo Sport della Regione Liguria, Ilaria Cavo, che dice:

“Dopo aver stretto la mano ed essersi intrattenuto con ognuno di noi, il Santo Padre ha voluto espressamente dare un consiglio generale, parlando a tutti noi riuniti in semicerchio: di avere amore per la bellezza dello sport, di non perdere l’amatorialità dello sport, perché lo sport, quando perde l’amatorialità, diventa sporco. Ci ha esortato a lasciare che sia un gioco libero. Un messaggio importante, che diventa un impegno per tutti noi, ciascuno nel proprio ruolo, di sostegno allo sport e ai suoi valori di solidarietà; un messaggio che è al tempo stesso il riconoscimento per l’attività della squadra dei “Campioni del cuore” che quest’anno è scesa in campo per raccogliere beneficenza per le vittime di ponte Morandi e per i bisognosi. Il Santo Padre, infatti, ci ha ringraziato per la nostra testimonianza: un grazie che deve andare soprattutto a tutti i giocatori (consiglieri regionali, amministratori, sacerdoti) che anche ieri sera sono scesi in campo, a sfidare la nazionale del Vaticano, consegnando fondi per la carità. In riferimento a Ponte Morandi, ho avuto modo di ringraziare il Santo Padre per le parole di speranza spese per Genova alla vigilia della commemorazione del 14 agosto, ed è stato bello ed emozionante sentire la sua stretta forte, la sua vicinanza alla nostra terra, insieme all’esortazione ad andare avanti”.

Anche la Virtus Entella, dalla propria pagina Facebook, dà conto della propria partecipazione all’incontro: “Questa mattina il nostro assistente spirituale Don Andrea Buffoli ha consegnato la maglia biancoceleste con il numero nove a Papa Francesco. Il Pontefice, sorpreso e divertito, ha apprezzato molto, ricambiando con una benedizione per tutta la famiglia Entella. Grazie di cuore Santità, ora abbiamo un tifoso in più!”

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!