News

“Asemblee pubbliche ovunque tranne che in Via Trieste”

Chiavari. Torna a farsi sentire il comitato contro la cementificazione di Via Trieste. Ecco la comunicazione divulgata oggi, 10 settembre, dalla presidente, Maria Rita Alì:

“Sono ormai trascorsi più di quindici giorni dall’ultimo Consiglio Comunale dove è stato approvato un ordine del giorno che tra l’altro recita: “… Impegna il Sindaco, la Giunta a trovare alternative per la riqualificazione dell’Area differenti dal progetto così come presentato dalla Società Italgas…”. Ancora nessuna risposta alle domande che poniamo da diversi mesi, nessun impegno concreto per scongiurare lo “scempio urbanistico” ipotizzato.

Come cittadini notiamo la programmazione dell’Amministrazione Comunale nell’organizzare riunioni pubbliche. La prima per piazza Del Buono lo scorso anno, venerdì 7 settembre u.s. per piazza Salvo D’Acquisto. La presentazione di entrambi gli studi per la riqualificazione avviene con volontà di affinare i progetti con verifiche sulla viabilità e da integrare con le richieste dei residenti.

Ma per quale motivo i cittadini di via Trieste non sono mai stati messi al corrente del progetto? Vero è che parliamo di un’area privata, ma altrettanto vero che l’utilità pubblica per questa ipotetica “opera” non è mai stata resa nota. La viabilità e la mancanza di posteggi per i residenti (ma anche per gli utenti dei vari uffici ora nell’ex Tribunale) sono da anni un problema. L’accordo tra Pubblico e Privato è il punto focale per il bene non solo di via Trieste, ma dell’intera città. Le opere pubbliche da realizzare nell’ex area Italgas devono finalmente rappresentare le ripercussioni positive proprio in riferimento alla viabilità e alle altre necessità del quartiere”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!