News

Accessi al pronto soccorso: l’effetto del caldo si fa sentire. Ne parla anche Toti

Liguria. Nella Asl4 Il Pronto soccorso di Lavagna ha registrato oltre 140 accessi, una quindicina di loro presentava sintomi da ondate di calore: così Alisa, l’agenzione regionale per la sanità, riassume l’andamento della giornata odierna nel Tigullio.

«La maggior parte delle persone giunte per malore nei Pronto Soccorso, in particolare anziani – sottolinea Angelo Gratarola coordinatore del Diar (Dipartimento interaziendale regionale) Emergenza-Urgenza – presentavano i segni di un’iniziale disidratazione per comportamenti alimentari inappropriati. Per questo raccomandiamo di modificare la dieta privilegiando frutta e verdura fresca e soprattutto di bere acqua a temperatura ambiente o leggermente fresca, anche se non si avverte lo stimolo della sete», conclude.

Il problema è che il grande utilizzo di condizionatori ed i consumi che ne derivano hanno creato dei black out in alcune zone della Liguria. Così su Faebook il presidente della Regione, Giovanni Toti: “La nostra regione è investita da un’ondata di caldo eccezionale. Molti impianti di condizionamento e refrigerazione sono andati in tilt. Stiamo lavorando incessantemente per fornire alle strutture più sensibili, come gli ospedali, strumenti aggiuntivi per garantire un’adeguata vivibilità. Come durante tutte le emergenze, raccomandiamo prudenza e attenzione ai comportamenti, anche alimentari, preferendo frutta e verdura fresche e bevendo molta acqua. In queste situazioni è indispensabile seguire i consigli degli esperti per evitare che il caldo provochi effetti negativi sulla salute!”

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!