News

“Non ci sono i problemi di organico lamentati dalla Cisl”: la Asl 4 fornisce i dati

Chiavari. Non ci sono criticità sulle eccedenze di orario ed il turno over è stato attuato: così la Asl 4 risponde alla Cisl, che aveva lanciato l’allarme sulla situazione di organico dell’azienda sanitaria.
Ecco la nota diffusa dall’ufficio stampa della Asl:

“Come esplicitato più volte in sede di delegazione trattante, questa Azienda ha sempre attivato le procedure per la sostituzione di tutto il turn over del personale sanitario, richiedendo tempestivamente all’Ente Regione le necessarie deroghe autorizzative all’assunzione.
E’ imminente l’immissione in servizio di n. 7 unità di personale infermieristico ed è stata pubblicata nella giornata di ieri, da parte della Città Metropolitana la graduatoria di personale del profilo di operatore socio sanitario (che avrà durata biennale), indispensabile per l’avvio delle procedure assunzionali e che sarà immediatamente utilizzata per l’inserimento di personale OSS nei contesti previsti.
L’utilizzo delle prestazioni aggiuntive (c.d. a gettone) è strumento espressamente previsto dalla Legge 1/2002 e costituisce modalità ordinaria di reperimento di risorse – ovviamente su base volontaria. Peraltro, l’Azienda ha, ormai da un anno, posto in essere un programma informatico di controlli mirati a verificare le eventuali violazioni della normativa europea sull’orario di lavoro, disciplinata dal Decreto Legislativo 66/2003, al fine di evitare che i dipendenti effettuino turni non compatibili con il dettato legislativo: in oggi non sono state rilevate violazioni a tale normativa nazionale ed europea.
Non risulta rispondente al vero che le sostituzioni delle assenze per maternità e lunghe malattie siano possibili senza acquisizione di autorizzazione regionale. La DGR n. 99/2019 prevede un iter di richiesta alla Regione ben definito per l’acquisizione delle risorse in sostituzione di personale assente, fermo restando che tali assunzioni devono essere compatibili con il vincolo di bilancio.
Si ritiene, inoltre, di dover precisare che durante l’incontro sindacale del 22 maggio u.s., la Direzione aveva assunto l’impegno di porre in essere, nell’attesa di disporre di graduatoria utilizzabile per OSS, un progetto integrativo, con relativo appalto, che costituisce un valido supporto per i servizi. Tale progetto è in fase di attuazione come concordato con i Sindacati.
Si sta altresì lavorando sull’ipotesi di esternalizzazione di Servizi con contestuale assegnazione di unità di personale dipendente infermieristico, ausiliario ed OSS ai reparti ad integrazione della dotazione organica e in coerenza con le risorse economiche previste per il centro di costo del personale.
L’azienda, peraltro, non ha mai interrotto la propria attività di reperimento del personale della dirigenza e del comparto, con particolare riferimento al ruolo sanitario, come da documentazione pubblicata sul sito istituzionale.
Si rappresenta, infine, che non risultano le situazioni di grave criticità sulla eccedenza oraria così come stigmatizzato nel comunicato CISL, peraltro documentato dal sopra esplicitato metodo di controllo del rispetto della normativa europea, mentre il 10% del personale dipendente risultavano in debito orario al 31/12/2018 con l’adozione dei conseguenti correttivi contrattuali da parte dell’Azienda”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!