News

Il Lungo Entella tra erbacce e degrado. Le immagini di un luogo che meriterebbe più cura

Lavagna. E’ vero che il primo caldo avrà, certamente, dato una grande accelerata alla crescita dell’erba ma lo stato in cui si presenta un luogo meraviglioso come il Lungo Entella di Lavagna, in questi giorni, lascia davvero a desiderare.

Il problema atavico, che si protrae ormai da cinque anni, è quello della sponda crollata in più punti, ormai da quasi 5 anni, peraltro con un collettore fognario che rimane scoperto. Ormai, è una autentica selva quella che ha coperto i tratti che hanno ceduto durante l’alluvione 2014. In corrispondenza degli stessi, ovviamente, permane anche il restringimento della pista ciclabile.

La mancanza di pulizia, negli anni, ha fatto crescere i canneti in una maniera che larghissimi tratti del fiume risultano completamente chiusi alla vista. Ci saranno, sicuramente, norme che restringono le possibilità di tagliarli ma qualcosa sembra opportuno fare.

Qualche segno dell’incuria si registra con tratti di ringhiere rotte o questa panchina, fotografata a valle della “Casa del pompiere”, con una gamba rotta.

Il problemi stringente di questo momento, però, è l’erba cresciuta in maniera spropositata, sino a coprire i cestini della spazzatura o sbucare tra gli assi delle sedute delle panchine.

E’ stata anche peggiore, invece, per la verità, in passato, la situazione dei tronchi fermi sui piloni dei ponti, comunque presenti: nella foto sotto abbiamo “sconfinato” rispetto a Lavagna e mostriamo il ponte tra Caperana e San Salvatore. Non c’è dubbio, comunque, che la nuova amministrazione debba dare un segnale di attenzione per un luogo così simbolico della città.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!