News

Si insedia l’amministrazione di Rapallo: la nomina del presidente ed un cambio tra gli eletti

Rapallo. Il primo consiglio comunale del nuovo mandato, a Rapallo, sancisce, come abbondantemente risaputo, l’elezione di Mentore Campodonico a presidente dell’assemblea: la maggioranza tiene nel suo blocco dai numeri mastodontici: 15 voti per il riconfermato Campodonico, con due schede bianche, evidentemente corrispondenti ai due soli consiglieri di opposizione, Mauro Mele (Pd) e Isabella De Benedetti (M5s): “Accetto l’incarico con spirito di servizio – le prime parole di Campodonico – Il momento non è facile per tante ragioni: da parte vostra ci vorrà impegno e partecipazione, per dare risposte alle tante esigenze della nostra città”. Non ci sono state sorprese, nel senso che non si è proceduto alla composizione delle commissioni, né a distribuire le deleghe ai consiglieri di maggioranza: “Avverrà tutto dopo le Feste di Luglio”, dice il sindaco Bagnasco.

Il giuramento di Campodonico

In apertura, la seduta è stata diretta da Salvatore Alongi, in quanto consigliere anziano: il più votato della lista più votata, la “Bagnasco sindaco”. Nell’analisi dell’eleggibilità dei nuovi consiglieri, si è concretizzato un cambio della guardia, proprio tra gli eletti della lista civica del sindaco: Stefania Zampatti, in quanto membro (non dimissionario in tempo) della Commissione di vigilanza del Comune, risulta non eleggibile. Il suo posto è stato preso, pertanto, da Giuseppe Candido.

Giuseppe Candido entrato in consiglio

Il banco dell’opposizione, alle spalle di una fetta di maggioranza, con due soli membri

Nel discorso di insediamento del secondo mandato, il sindaco, Carlo Bagnasco, ha elargito ringraziamenti e sottolineato i numeri del successo: “Non pensavo nemmeno che tecnicamente fosse possibile una situazione del genere, passando da sei a due consiglieri di maggioranza… Quando ti alzi la mattina, se pensi che 8 persone su 10 ti hanno votato, devi pensare perché lo hanno fatto e tenere i piedi per terra. Non ha funzionato il sindaco ma la squadra che mi ha portato ad avere quasi l’80% dei consensi: una squadra che ha buttato il cuore oltre l’ostacolo. Devo ringraziare in particolare due assessori. Uno è l’amico, persona che stimo tantissimo, che mi ha accompagnato in questi cinque anni, Arduino Maini: un super assessore, che non si è risparmiato nemmeno un giorno, con uno spirito di sacrificio esemplare per i giovani. Poi, un amico che per scelte familiari è qua solo nel pubblico: l’avvocato Umberto Amoretti, che mi ha aiutato in questi anni. Ora vedrete più volte Rapallo alla ribalta nazionale, sarà la città più competitiva della Liguria”.

 

Bagnasco ha presentato, come da copione, la nuova giunta:

Pier Giorgio Brigati vicesindaco: politiche sociali e salute

Elisabetta Lai: turismo e cultura

Franco Parodi polizia locale, viabilità, protezione civile, personale, politiche e finanziamenti comunitari

Filippo Lasinio: Lavori pubblici e feste di Nostra Signora di Montallegro

Antonella Aonzo: Bilancio

La nuova giunta comunale

Definiti anche i capigruppo. Ovvi quelli di opposizione, Isabella De Benedetti e Mauro Mele, rispettivamente M5S e Pd. Per quanto riguarda la maggioranza, invece, i capigruppo sono:

Bagnasco sindaco: Salvatore Alongi

Lega con Salvini Liguria: Fabio Proietto

Forza Italia: Giorgio Tasso

Viva Rapallo: Alessandra Ferrara

Con Brigati per Rapallo: Maria Cristina Ardito

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!