News

“Un pronto soccorso nell’ospedale di Rapallo”, a patto che…

Rapallo. La sezione rapallese della Lega invia il resoconto dell’incontro pubblico tenuto ieri sera con la vicepresidente e assessore alla sanità della Regione Liguria, Sonia Viale, che ha parlato anche degli investimenti previsti per dotare di un vero pronto soccorso l’ospedale Nostra Signora di Montallegro, a San Pietro. Ecco il resoconto integrale:

“Sonia Viale ha ripercorso le tappe del lavoro svolto dal suo assessorato per riformare la sanità ligure con alcuni punti fermi: il paziente al centro, governance unica delle Asl, conseguimento di una gestione armonizzata e acquisti centralizzati, riduzione degli sprechi e del disavanzo senza chiudere alcun ospedale ma, soprattutto, un cambio di passo da una visione ospedalocentrica a una integrazione ospedale-territorio. Il concetto, appunto, del paziente al centro della sanità ligure.
L’assessore Viale ha, poi, illustrato alcune tra le tante iniziative messo in campo da Regione Liguria per rispondere alle esigenze dei pazienti.
L’attivazione del numero verde CUP unico regionale, che consente la prenotazione – con un’unica telefonata- di esami e visite specialistiche in tutte le cinque Asl liguri, o il ritiro gratuito dei farmaci salvavita direttamente nella farmacia sotto casa, e non più esclusivamente nelle farmacie comunali o ospedaliere. Un esempio concreto di sanità vicino al cittadino, che semplifica la vita di chi vive in piccoli comuni nell’entroterra o dovrebbe organizzare la propria attività sugli orari di ritiro.
Semplificazione anche per le famiglie liguri che hanno affrontato il caso vaccini per l’iscrizione ad asili nido e scuole materne.
La riduzione dei tempi di attesa per le prestazioni programmate, differite e brevi nell’Asl 4.
E ancora: utilizzo di fondi nazionali per la consegna a 28 comuni liguri e al Corpo Nazionale del Soccorso Alpino di 78 defibrillatori salvavita, nell’ambito di un progetto regionale per l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria in emergenza nelle zone a ridotta accessibilità, con ulteriore obiettivo che ogni ambulanza ne abbia installato uno.
Una curiosità: l’attivazione del numero unico per le emergenze -il 112 – ha permesso nel 2018 di filtrare più del 40% di chiamate fatte senza alcun fondamento o per scherzo. L’assessore Viale ha ricordato anche come il sistema ligure – tra cui Asl4 e i volontari delle pubbliche assistenze del territorio del Tigullio – abbia affrontato il crollo del ponte Morandi, riuscendo nella tragedia e nelle mie urgenza a dare una risposta.
Ancora, tra gli esempi portati di sanità vicino al cittadino, la campagna regionale per la vaccinazione antinfluenzale, importante misura di prevenzione.
Rivolto ai giovani, poi, lo stanziamento di quasi un milione e mezzo di euro per l’istituzione di 12 borse di studio, che ha consentito a giovani medici laureati di accedere ai corsi rispecializzazione.
Un’importante misura a favore delle fasce deboli è il voucher per gli asili nido per le famiglie a basso reddito, cui sia affiancherà il bonus per badanti e babysitter per le famiglie, nonché la costituzione di un registro per mettere in collegamento la domanda e l’offerta in tema di assistenza per familiari, bambini o anziani.
L’assessore Viale, nel corso della serata, ha poi ricordato che – grazie all’emendamento Puggioni – il Piano Sociosanitario regionale 2017-2019 per l’ospedale di Rapallo prevede la creazione anche di un pronto soccorso, qualora siano rispettate le condizioni di sostenibilità previste, condizioni che attualmente sono al vaglio di Regione Liguria.
A introdurre la serata una articolata e interessante esposizione della Presidente della Consulta del Volontariato di Rapallo Ileana Corea, che ha evidenziato l’importante e attiva collaborazione delle associazioni di volontariato operanti sul territorio della città, che spesso vanno a rispondere a bisogni a cui la pubblica amministrazione non riesce a dare risposta, e la necessità, per il miglioramento delle condizioni di vita a Rapallo, di una sempre maggiore integrazione e collaborazione tra le realtà  associative, e soprattutto tra le stesse e le Istituzioni”.

 

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!