News

Regolamento animali, lo “stupore” delle associazioni

Chiavari “Abbiamo appreso con infinito stupore quanto affermato dal Dott. Alberto Corticelli in merito al regolamento comunale sugli animali di recente approvato in Consiglio a Chiavari”. A prendere nuovamente posizione sul tema, attraverso la portavoce Eugenia Rebecchi, è il coordinamento 7 giugno, composto da Lega Amici del Cane  Tigullio,  ENPA Camogli e Levante, Ayusya,  Amici degli Animali Rapallo,“Non li vuole nessuno…li salviamo noi”,  LIDA Tigullio,  Amici Nostri.  Il gruppo ribadisce, di fatto, la contrarietà alle aree museruola, rifiuta l’accusa di essere strumentalizzato dall’opposizione e torna a chiedere un tavolo di lavoro condiviso:

“A prescindere dalle innumerevoli anomalie rilevate nel testo di cui possiamo parlare in seguito – è il comunicato di Rebecchi – terremmo a far notare che gli statuti associativi delle scriventi associazioni sono rivolti a sottolineare l’estraneità di qualsivoglia forma di partito (anche per estensione), quindi non riusciamo a capacitarci come il Consigliere Alberto Corticelli possa arrogarsi il diritto di additarci come “untori”.
Scorrendo il regolamento e leggendo le dichiarazioni del Consigliere è possibile notare quanto le disposizioni sui cani condotti a passeggio appaiano in realtà come malcelata incapacità a gestire situazioni singole, per le quali le normative nazionali vigenti sono più che esaustive.
Con l’occasione ci teniamo a far notare un’attenzione particolare agli aspetti meramente commerciali in antitesi a quella che dovrebbe essere la moltitudine di obiettivi di un regolamento definito “a tutela degli animali”.
Rinnoviamo, come in tutti i nostri comunicati, la nostra disponibilità ad un sereno e rispettoso tavolo di lavoro rivolto ad un nuovo testo.
Ribadiamo l’elenco delle associazioni facenti parte del coordinamento “7 giugno”, in modo tale che sia verificabile la nostra piena e totale estraneità a qualunque strumentalizzazione politica, e ribadiamo che le comunicazioni con il coordinamento devono avvenire con il nostro portavoce Eugenia Silvia Rebecchi”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!