Video

Oggi al via il Riviera Film Festival: film, eventi, ospiti e curiosità. La guida alla manifestazione

Sestri Levante. Il “red carpet” di oggi alle 18 segna l’apertura della terza edizione del Riviera International Film Festival, che si svolge a Sestri Levante, coinvolgendo anche Portofino, da oggi a domenica 12.  Special guests del RIFF2019 sono Maurizio De Giovanni, Paolo Stella, Nicolò Govoni, Dougray Scott e Claire Forlani. La madrina sarà l’attrice Stella Egitto, preparata da Nashi Salon Porta Genova: «Sono onorata – racconta Stella Egitto, madrina del RIFF2019 – di essere stata invitata a partecipare a questo Festival in veste di madrina in quanto percepisco, sia nello spirito che nei i criteri che ne muovono le scelte, una particolare affinità con i principi che hanno definito, e definiscono giorno dopo giorno, il mio percorso artistico. Per questo credo che un festival che si rivolga esclusivamente ad un bacino di utenza artistica under 35 sia un’occasione fondamentale a dare spazio e a valorizzare quella creatività libera e “giovane” di cui oggi il cinema, il pubblico e noi attori, abbiamo di bisogno. Sono pronta a lasciarmi sorprendere». Il Riviera International Film Festival è realizzato con il sostegno del Comune di Sestri Levante, con Mediaterraneo Servizi e con il patrocinio di Regione Liguria.

Il concorso dei film

A comporre la Giuria Film, che giudicherà le pellicole in gara, tutte di regiti under 35, ci saranno: ial Premio Oscar 2018 per “La Forma dell’Acqua” J. Miles Dale (presidente), Nils Hartmann (Direttore delle Produzioni Originali Sky), Silvia Locatelli (giornalista di Elle), Cristina Donadio (interprete, fra gli altri, di Scianel in “Gomorra – La Serie”) e Josephine De La Baume (attrice francese nota per le parti in “Rush”, “Johnny English – La Rinascita” e “Come ti ammazzo il bodyguard). Dieci i film in concorso, diretti da registi provenienti da tutto il mondo: “Curtiz” di Tamas Yvan Topolanszky e Claudia Sumeghy (Ungheria, 2018); “Domestique” di Adam Sedlák (Repubblica Ceca, 2018); “Firecrackers” di Jasmine Mozzaffari (Canada, 2018); “Gwen” di William Mc Gregor (Inghilterra, 2018); “Hopelessly Devout” di Marta Díaz De Lope Díaz (Spagna, 2018); “Paper Flags” di Nathan Ambrosioni (Francia, 2018); “Sons of Denmark” di Ulaa Salim (Danimarca, 2019); “Summer Survivors” di Marija Kavtaradze (Lituania, 2018); “The Heart” di Fanni Metelius (Svezia, 2018) e “Why don’t you just die!” di Kirill Sokolov (Russia, 2018).

Sei film saranno proiettati fuori concorso al RIFF2019: “Active Measures” di Jack Bryan (Usa, 2018); “I am the Revolution” di Benedetta Argentieri (Italia, 2018); “Francis Ford Coppola Live Cinema” di Cecilia Albertini (Usa, 2018); “Inventing Tomorrow” di Laure Nix (India, 2018); “Paani. Of Women and Water” di Costanza Burstinz (2018, Italia). Sarà inoltre proiettato fuori concorso “Roma” di Alfonso Cuarón, al quale sarà affiancato un incontro con la protagonista, e giurata della sezione documentari, Yalitza Aparicio.

I documentari in gara

Eddy Moretti (cofondatore di Vice Media ed Emmy Award nel 2014) è il presidente della Giuria Documentari, composta da Yalitza Aparicio (attrice protagonista di “Roma” di Alfonso Cuarón), Elisa Fuksas (regista di “Albe – A life beyond earth”) e da Vincenzo Venuto (biologo, divulgatore scientifico e conduttore televisivo). Sei i documentari in gara: “Chasing the thunder” di Mark Benjamin e Marc Levin (Usa, 2018); “Ground War” di Andrew Nisker (Canada, 2018); “Sharkwater Extinction” (Canada, 2018); “Stroop” di Susan Scott (Sudafrica, 2018); “The Human Element” di Matthew Testa (Usa, 2018) e “Youth Unstoppable” di Slater Jewell-Kemker (Usa-Canada, 2018).

Domenica 12 maggio alle ore 18 all’Ex Convento dell’Annunziata saranno proclamati i vincitori del Best Film Award (miglior film), Best Documentary Award (miglior documentario) Best Director Award (miglior regista), Best Actress Award (miglior attrice), Best Actor Award (miglior attore) e Student Award (premio conferito dalla Giuria Studenti). I premi sono stati ideati e realizzati da Anna Tomaini.

Masterclass ed eventi collaterali

Confermati anche per quest’anno panel green e masterclass di caratura internazionale con Claire Forlani e Dougray Scott, J. Miles Dale e il Direttore delle Produzioni Originali Sky Nils Hartmann con Nicola Lusuardi e Stefano Bises. Questi ultimi terranno la masterclass Sky Original Series: The New Generation, sabato 11 maggio, alle ore 11, all’ex Convento dell’Annunziata.

Più di 10 anni fa, Sky ha per prima dato il via alla crescita qualitativa e all’innovazione del linguaggio seriale, mostrando attraverso le sue Produzioni Originali, inaugurate dalla serie Romanzo Criminale, che un altro tipo di serialità era possibile in Italia. La masterclass “Sky Original Series: The New Generation”, affronterà gli aspetti creativi, editoriali e di metodo che guidano il lavoro di selezione e sviluppo delle produzioni originali Sky, alla costante ricerca della qualità e originalità necessarie per competere sulla scena internazionale.

Miles Dale parlerà de “Il produttore di films; esiste una definizione precisa? È uno dei ruoli più difficili da definire nell’ambito del cinema: in cosa consiste realmente produrre un film?”, sabato 11 maggio, alle ore 15 all’ ex Convento dell’Annunziata.

Ancora, Forlani e Scott interverranno su Il mondo della recitazione, domenica 12 maggio, alle ore 11, all’ex-Convento dell’Annunziata. Questi due attori lavorano nel cinema da 27 anni. Hanno partecipato nell’insieme a più di ottanta film e a varie serie televisive. Al RIFF2019 condurranno una masterclass insieme, durante la quale risponderanno alle domande del pubblico e parleranno apertamente delle loro carriere, delle loro esperienze nel mondo del Cinema e delle tecniche di lavoro nei film e nelle serie tv.

Il Riff e l’ambiente

Sarà l’energia del vento di Portofino a dare il via alla terza edizione del Riviera International Film Festival. La proiezione del film d’apertura sarà alimentata dall’energia eolica raccolta da un generatore posto sulle alture di Portofino, proprio in un momento storico in cui il clima e i suoi cambiamenti sono al centro del dibattito mondiale. L’iniziativa vede la collaborazione dell’Azienda Agricola La Portofinese e ha il patrocinio del Comune di Portofino. Una volta accumulata tutta l’energia necessaria, le batterie saranno trasportate dalle alture a terra, per poi essere trasferite al Cinema Ariston di Sestri Levante con un’automobile elettrica. Tutto il processo di creazione e raccolta dell’energia sarà raccontato in un piccolo documentario, che sarà proiettato poco prima del film d’apertura del RIFF2019.

Venerdì 10 maggio va in scena #RaceToSurvive, una giornata interamente green inaugurata (ore 11, Ex Convento dell’Annunziata) dal panel Biosphere Survival, che vede protagonisti Giorgio Vacchiano, Antonio Brunori, Jo Anderson, Alessandra Soresina, Francesco Casolo e Michele Freppaz. Giorgio Vacchiano, recentemente inserito da Nature tra gli undici ricercatori emergenti in tutto il mondo, parla delle “Foreste: i grandi connettori”. L’intervento di Antonio Brunori verte sulla gestione sostenibile delle foreste, mentre Jo Anderson e Alessandra Soresina raccontano il progetto “Carbon Tanzania”. Francesco Casolo e Michele Freppaz spiegano la comunicazione del cambiamento climatico come un romanzo. A moderare il panel è la giornalista Stefania Vitulli.

Alle 15 il focus si sposta sugli oceani, con Daniele Moretti di Sky TG24 a moderare il panel Blue Life con Paolo Corradi, Andrea Morello, Chiara Lombardi, Maurizio De Marte e Roberta Ivaldi. Paolo Corradi introduce l’argomento dei rifiuti marini, per poi concentrarsi sugli studi fatti per monitorare da satellite la plastica nei mari. L’inquinamento marino è trattato anche dal Presidente di Sea Shepherd Italia Onlus Andrea Morello, con un intervento che tocca anche la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. Chiara Lombardi del Centro Enea racconta come i cambiamenti climatici influenzano le specie marine, mentre la geologa e biologa Roberta Ivaldi si concentra sul programma di ricerca pluriennale “High North”, sviluppato con l’obiettivo di aumentare la conoscenza degli oceani. Il capitano di fregata Maurizio De Marte spiega l’impegno della Marina Militare nella missione “High North 18” nella regione artica.

#RaceToSurvive si conclude con l’evento “La Mobilità Sostenibile tra innovazione e design: il modello Repower” (ore 17, ex Convento dell’Annunziata) e con un test drive e rinfresco (a cura del Ristorante Portobello) a bordo di RepowerE, la prima barca full electric progettata da Repower.

Gli incontri

Non solo proiezioni o masterclass, come nelle passate edizioni il Riviera International Film Festival affianca eventi e incontri legati al cinema e all’attualità. Si comincia mercoledì 8 maggio (ore 10.30) con “Il cinema a scuola, la scuola al cinema”, durante il quale intervengono Francesco Alò (critico cinematografico di Badtaste.it), Fabio Resinaro (con Fabio Guaglione ha firmato nel 2016 Mine, con Armie Hammer. Il suo ultimo film, con Luca Barbareschi e Lorenzo Richelmy, 2019, si intitola Dolceroma), Cristina Donadio (tra i volti più noti della serie TV Gomorra, ha alle spalle una lunghissima carriera tra cinema, teatro e TV) e Fabio D’Innocenzo (sceneggiatore e regista italiano. Insieme al gemello Damiano ha scritto e diretto il film “La terra dell’abbastanza”. La coppia è stata premiata con i Nastri D’Argento nel 2018). Alle ore 20 (Sala 1 Cinema Ariston) Marta Perego presenta il libro “Le Grandi Donne del Cinema”.

Eventi collaterali, anche per i bimbi

Mercoledì 8 maggio (ore 18.30) si tiene il vernissage della mostra “I Replastic” di Maby Navone all’Ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante. “I Replastic” comprende alcune opere realizzate tra il 1982 e il 1995 da Maby Navone, capace di utilizzare i rifiuti di plastica “contro” i rifiuti di plastica, nel tentativo di diffondere un messaggio di ecosostenibilità: riciclare la plastica spiaggiata per migliorare la qualità della fascia costiera. La mostra è visitabile dal 7 al 12 maggio. Sempre dal 7 al 12 maggio in Sala Riccio del Palazzo Comunale si può visitare la mostra “Caeli – Climate Change” a cura di Carola Cometto e Federico Nero, che affronta l’emergenza ambientale globale attraverso un progetto site specific finalizzato a sensibilizzare e coinvolgere il pubblico. I lavori di Jacopo Pagin e Marta Ceccon approfondiscono i temi ambientali, con le conseguenze dell’inquinamento sulla società e sul pianeta terra. Mercoledì 7 maggio (ore 12.30, Comune di Sestri Levante) va in scena il vernissage.

Il Sentiero di Benjamin propone laboratori (con proiezioni) per bambini sul cinema nella Sala Oleandro dell’Ex Convento dell’Annunziata. Martedì 7 maggio (dalle 17 alle 18.30) è su Robin Hood, mercoledì 8 (17-18.30) tocca a Ratatouille, giovedì 9 (17-18.30) ai diritti sui bambini, venerdì 10 (17-18.30) al GGG, sabato 11 a Monsters & Co. (11-12.30), Frozen (15-16.30) e Avengers: Age of Ultron (17-18.30). Il primo ingresso a un laboratorio per bambini costa 5€, i successivi 3€.

Inoltre, per tutta la durata del festival l’Ente Decorazione Floreale per Amatori Genova allestisce una parete vegetale con piante a basso impianto ambientale. Sabato 11 maggio (ore 16, piazza Bo) e domenica 12 maggio (ore 11.30, piazza Matteotti) va in scena il concerto di Marta Alpini “Cinematic” 5tet.

“Eventi di qualità e cultura”

Questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, con numerosi interventi istituzionali e le spiegazioni degli organizzatori, che riportiamo.

«Pochi festival in Italia – racconta Stefano Gallini-Durante, presidente e fondatore del Riviera International Film Festival – hanno la fortuna di poter annoverare professionisti di calibro mondiale in giuria. Avremo sia assolute eccellenze come Eddy Moretti, Nils Hartmann e J. Miles Dale, sia la nuova generazione che avanza, con Elisa Fuksas e Yalitza Aparicio». Quest’ultima, vicina all’Oscar all’esordio sul grande schermo con “Roma” di Cuarón, andrà a comporre con Elisa Fuksas e Vincenzo Venuto la giuria documentari, presieduta da Eddy Moretti. «In un’Italia ancora scossa – aggiunge Vito D’Onghia, direttore esecutivo e co-fondatore del festival – e in un Tigullio ancora ferito dal nubifragio di inizio novembre, la sezione dedicata ai documentari sull’ambiente assume un ruolo ancora più centrale. Inoltre, sarà il vento di Portofino ad alzare il sipario sul RIFF2019: grazie a generatori posti sopra il borgo, abbiamo raccolto l’energia eolica necessaria per alimentare il film d’apertura del festival».

Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante, dice: «Turismo, eventi di qualità e cultura sono tre ambiti di lavoro che si fondono insieme e che ben definiscono la direzione verso cui Sestri Levante sta andando: per questa ragione tre anni fa abbiamo accolto con grande entusiasmo la brillante intuizione di Stefano Gallini-Durante e Vito D’Onghia di portare a Sestri Levante un festival dedicato al cinema e soprattutto ai giovani registi che si stanno affermando nel panorama internazionale. Un entusiasmo che è stato ripagato da un evento che è ormai una piacevole conferma: un festival di alta qualità, capace di rinnovarsi ogni anno e di portare nella nostra città nomi importanti. Un veicolo promozionale di grande impatto e un onore per me e per tutta la città. Come ogni anno i miei ringraziamenti vanno a Stefano Gallini-Durante e Vito D’Onghia e a tutto lo staff organizzativo, per l’enorme lavoro che portano avanti e che rivela un grande amore per la nostra città».

Ilaria Cavo, assessore alla Cultura di Regione Liguria: «Regione Liguria ha sostenuto il Riviera International Film Festival fin dalla sua prima edizione, convinta che rappresentasse una delle proposte più innovative in campo culturale maturate in Liguria. Con la stessa convinzione lo sosterremo anche quest’anno, congratulandoci per lo sforzo e la qualità che ha saputo confermare anche in questa terza edizione, segno di un percorso in continua crescita. Sono diversi gli aspetti che convincono: il nome, innanzitutto, perché chiamarlo “Riviera” significa dare una connotazione geografica ampia e di rete, in grado di abbracciare tutto il Tigullio, da Sestri Levante a Portofino. Il fatto che Portofino, grazie all’energia del suo vento, riesca a inaugurare il festival è un segnale di attenzione fondamentale per il territorio, così come è importante che si affronti, durante il festival, il tema dell’ambiente, un tema attuale, soprattutto tra i giovani. L’altro aspetto che sosteniamo con forza è proprio quello di dedicare l’evento ai giovani talenti, in questo caso registi under 35. È un modo per puntare a tre obiettivi contemporaneamente: incentivare il cinema di qualità, favorire l’espressione artistica di giovani professionisti e dare visibilità al nostro territorio: mai come quest’anno sarà prezioso lo sguardo attento e professionale dei registi e degli addetti ai lavori che arriveranno da fuori per cogliere le bellezze della nostra terra e promuoverla».

Matteo Viacava, Sindaco di Portofino. «Per il secondo anno consecutivo Portofino prende parte a un evento importante e, senza dubbio, di calibro Internazionale. Il cinema da sempre è una forma d’Arte che raccoglie appassionati da tutto il mondo, Portofino è il Borgo più bello e famoso del mondo; va da sé come Il Riviera International Film Festival si possa legare alla perla del Tigullio».

Marcello Massucco, amministratore di Mediaterraneo Servizi: «Dopo due edizioni di grande successo, anche quest’anno torna al Convento dell’Annunziata questo evento di respiro internazionale. I traguardi raggiunti ed i positivi riscontri mediatici ottenuti sono visibili a tutti. Il Festival, nato con la finalità di portare nella Riviera Ligure di Levante il cinema internazionale con varianti originali rispetto ad altri festival del settore, sta crescendo anno dopo anno dando visibilità sia ai giovani filmmaker under 35, sia a tutto il nostro territorio».

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!