Cosa ha votato il consiglio comunale di Cogorno. “Sconti” in base alla scuola scelta per i figli

Cogorno. Modifiche al Piano comunale di emergenza (presenti in sala alcuni volontari di protezione civile), trasporto scolastico e viabilità di San Salvatore: sono le pratiche discusse e votate all’unanimità nel consiglio comunale che si è riunito ieri sera a Cogorno.

Secondo quanto riferisce l’ufficio stampa dell’amministrazione, sul Piano delle emergenze è stata emanata una nuova cartografia con relativa zonizzazione idraulica, “quindi è stato necessario aggiornarla e ritoccare tutto ciò che non era più compatibile. Inoltre è stato posto l’accento sul fatto che  il Piano, per sua natura, non può prendere in considerazione qualsiasi rischio, ma deve fornire gli strumenti per mettere in moto una macchina oleata anche per quelli non considerati”.

“La Protezione Civile siamo tutti noi – ha ribadito il sindaco Enrica Sommariva – ognuno deve fare la sua parte anche aiutando e mettendo in pratica le norme di autoprotezione. Occorre comunque far riferimento alla struttura comunale e ai professionisti della nostra squadra inseriti nel sistema regionale e nazionale. Una squadra che è cresciuta qualitativamente e della quale con grande orgoglio sono entrati a far parte anche tre ragazzi non di Cogorno che hanno svolto da noi il Servizio Civile. Lasciamo un piano in cui abbiamo tradotto anche tutte le esperienze operative vissute sul campo in questi anni (compresa l’alluvione del 2014)  e per questo dovrà essere continuamente aggiornato perché tutto è in continua evoluzione”.

Il regolamento del trasporto scolastico vuole, tra l’altro incentivare all’iscrizione degli alunni nelle due scuole in collina: la materna Benedetto Chiappe e la primaria Cogorno. Il regolamento prevede, negli articoli che riguardano le tariffe, delle riduzioni per le famiglie in difficoltà in base all’Isee, ferma restando la possibilità di accedere sempre ai Servizi Sociali. La novità è l’introduzione di agevolazioni economiche per le famiglie che faranno frequentare ai loro figli le scuole collinari, considerate indispensabile presidio per la comunità.

“La nostra amministrazione ha difeso più volte queste scuole dal rischio della chiusura a causa della progressiva riduzione del numero di iscritti – ha sottolineato il sindaco – . Il trasporto scolastico inoltre è stato validamente affiancato in questi ultimi anni dall’iniziativa  Pedibus, avviata dall’assessore Giorgina (Ines) Zaccaron, con la collaborazione di tanti genitori e dell’Istituto Comprensivo. Si tratta di una sana e divertente alternativa per andare a scuola che ci auguriamo prenda sempre più piede”.

La mozione di Partecip@ttiva sulla sulla viabilità di San Salvatore è stata votata all’unanimità dopo una integrazione proposta dal gruppo di maggioranza.

error: Contenuto protetto!