News

Comune di Lavagna, è dissesto

Lavagna. Il Comune di Lavagna va ufficialmente al dissesto finanziario.

L’annuncio, secondo la voce che si è rapidamente diffusa in città, rimbalzata, in particolare, negli ambienti politici cittadini, sarebbe stato fatto in tarda mattinata dal commissario Gianfranco Parente ai dipendenti di Palazzo Franzoni. Le sezioni riunite della Corte dei Conti, a Roma, dunque, hanno seguito la stessa linea della sezione di Genova, bocciando, anche nel ricorso presentato dal Comune di Lavagna, il piano di riequilibrio che era stato redatto dall’amministrazione commissariale.

La conferma nel pomeriggio arriva dalla nota ufficiale del Comune, che precisa come la dichiarazione dovrà essere formulata dallo stesso ente pubblico: “Nella seduta odierna tenutasi a Roma le sezioni riunite della Corte dei Conti  hanno rigettato il ricorso proposto dal Comune di Lavagna a seguito della bocciatura del piano di riequilibrio finanziario sottoposto alla sezione regionale della Corte dei Conti- recita la nota diffusa da Palazzo Franzoni -. Il Comune pertanto procederà a dichiarare il dissesto finanziario”.

Cosa succede ora? La stessa Corte dei Conti dovrà nominare una commissione che affianchi l’amministrazione del Comune, per gestire i debiti pregressi e il loro progressivo saldo, lasciando al sindaco che sarà eletto il 26 maggio l’amministrazione corrente. Le tasse ai cittadini rimarranno ai livelli massimi consentiti dalla legge e si profila una riduzione del personale. Possibili le vendite del patrimonio cittadino per far fronte ai debiti.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!