News

“Le autorità collaborino alla riorganizzazione degli ospedali”: la risposta della Asl 4 a Valentina Ghio

Sestri Levante. La Asl 4 risponde subito, con una nota inviata dal proprio ufficio stampa, alle critiche mosse dal sindaco, Valentina Ghio, e dal consigliere Luca Garibaldi sullo stato dell’ospedale di Sestri Levante. La Asl parla di “dichiarazioni strumentali” che “non rendono merito dello sforzo che è in atto per ottimizzare tutti i percorsi, nel solo interesse dei cittadini, così come appare pleonastico ripetere, nel dettaglio, tutti gli spostamenti previsti per il potenziamento delle strutture e per completare il progetto di vocazione riabilitativa e di integrazione con il territorio dell’ospedale di Sestri Levante”.

La riorganizzazione dell’ospedale di Sestri “rientra nel quadro più generale della riorganizzazione aziendale” e “trattasi di un percorso articolato che, proprio perché destinato a fornire una puntuale ed appropriata risposta ai bisogni sanitari complessi, non si realizza certamente in un giorno. Le tempistiche di realizzazione prevedono, infatti, lavori importanti di ristrutturazione per mantenere le strutture a norma di legge e con i requisiti di sicurezza e accessibilità; detti lavori si devono purtroppo affrontare dopo il lungo iter procedurale che prevede l’attuale codice degli appalti, il tutto aggravato dal fatto che è indispensabile che l’assistenza sanitaria alla popolazione continui  a pieno regime nonostante la presenza delle molte difficoltà costituite dai cantieri aperti.

Gli spostamenti, evidenziati dal Sindaco come un tentativo di far figurare novità che in realtà non sussistono, sono indispensabili e costituiscono il presupposto per l’attenta e mirata riorganizzazione che si sta realizzando.

Non si concorda affatto sulla visione percepita di una struttura “in smobilitazione”, anzi si ritiene che attualmente l’Ospedale di Sestri Levante sia un “laboratorio” in piena operatività nel quale si stanno creando i presupposti per realizzare, nel più breve tempo possibile, le variazioni atte a valorizzare la peculiarità riabilitativa, oncologica e ad elevata integrazione territoriale di tale nosocomio.

Per concludere nell’auspicare che le Autorità coinvolte attivino una politica di collaborazione e di incoraggiamento utile per l’azienda e per i suoi assistiti, si vuole rassicurare la Sindaca Ghio che il programma aziendale è chiaro, ben definito e condiviso e certamente verrà realizzato nel minor tempo possibile”.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!