News

E’ tornata accessibile l’antica abbazia di Villa Oneto

 San Colombano Certenoli. Sabato 16 marzo, alle ore 10 presso la Società Economica di Chiavari, con una iniziativa che ha il patrocinio del Comune, sarà fatta la presentazione  della singolare e antica chiesetta di Villa Oneto monumento e nel pomeriggio  verrà fatta una visita guidata sul posto: l’appuntamento è alle 15,30 sul parcheggio di piazza Andrea Gagliardo in località Cian de Dria, appena dopo Villa Oneto salendo da Leivi, a dieci chilometri da Chiavari.

Si tratta  di una riscoperta che finalmente può essere offerta al pubblico.  La chiesetta è intitolata alla “Natività di N.S. Gesù Cristo”, ha una insolita forma quadrilobata unica in Liguria, la gente del posto l’ha sempre definita “antichissima” e nel 1681 ha ricevuto il titolo di “abbazia”.  Si tratta della chiesetta che sorge in un luogo isolato al di sotto dell’abitato di Villa Oneto, in comune di San Colombano Certenoli.  I suoi resti, individuati nel 1956 da Renato Lagomarsino e oggetto di sporadici interventi per rimuovere il pietrame di crollo e definirne il perimetro, sono stati sottoposti a un restauro di consolidamento nei primi anni ’70 ma dal 1994 sono caduti in abbandono.

Spiega lo stesso Lagomarsino: “Dopo 25 anni, sulla spinta dei risultati di una attenta ricerca sulle superstiti strutture in elevato fatta dall’arch. Osvaldo Garbarino che ne comproverebbero l’antichità, e grazie ad un provvidenziale e generoso contributo offerto dalla Famiglia Bertolini di San Colombano, il Centro Culturale del Lascito Cuneo d’intesa con la Sezione Tigullia dell’Istituto di Studi Liguri ha provveduto ad effettuare un generale restyling del sito, soffocato da rovi e vegetazione invasiva, e lo ha reso nuovamente accessibile”.

   

      
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!