News

Decreto Sicurezza, incontro a Sestri Levante

Sestri Levante.  Organizzato dall’Associazione Camelot, in collaborazione con A.P.S. Città Visibili e Aperta Parentesi, venerdì, 15 febbraio, alle 21, al Teatro della Lavagnina di Sestri Levante, si svolgerà l’incontro dal titolo “Decreto Sicurezza & diritti umani”.

Introdotti da Anna Maria Milanta, presidente dell’associazione Camelot, e con Roberto Pettinaroli, responsabile della redazione Levante del Secolo XIX, a condurre, intervengono: VALENTINA GHIO Sindaca di Sestri Levante, WALTER MASSA Responsabile nazionale accoglienza Arci, MASSIMO BISCA Presidente provinciale Genova Anpi, IGOR MAGNI Segretario generale della Camera del Lavoro metropolitana di Genova, MILENA ZAPPON Comunità di San Benedetto al Porto, LARA TRUCCO Costituzionalista, Coordinatrice del Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza dell’università di Genova, SERGIO COFFERATI Parlamentare Europeo.

Hanno manifestato la propria adesione: Amnesty International Circoscrizione Liguria · Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (Fimmg)· Federazione Impiegati Operai Metallurgici (Fiom) · Gruppo Tassano · Partito Democratico · Rifondazione Comunista · Unione Italiana Lavoratori Metalmeccanici (Uilm) · Sinistra Italiana · Verità Per Giulio Regeni.

Secondo gli organizzatori, “Il Decreto sicurezza viola diritti inalienabili, genera insicurezza e allarme.  Negli ultimi otto mesi abbiamo assistito a una crescente demonizzazione dell’immigrazione e alla violazione dei più elementari diritti umani, peraltro sanciti dalla Costituzione. Come cittadini, ci sentiamo in dovere di opporci a tutto questo. Dal caso della nave Diciotti a quello della Sea Watch, dagli attacchi al Sindaco di Riace e ai Sindaci che si sono schierati in sua difesa, allo sgombero del Cara di Castelnuovo, riteniamo che l’attuale Governo manifesti inaccettabili tratti di barbarie. Dal disprezzo delle vite dei migranti, alla strumentalizzazione delle ansie e dei problemi di gran parte della cittadinanza, troviamo ripugnante una politica per cui la persona umana è un mezzo da sfruttare ai propri fini e non un individuo da rispettare”.

 

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!