rubrica

Monitor – Il Tigullio a Sanremo

IL CUORE DI DUCCIO FORZANO DALL’ARISTON ALLA FONTANABUONA

Domenica mattina, con il 69° Festival di Sanremo che nella notte avrà emesso il verdetto delle giurie, nella Città dei Fiori, prima di far le valigie, ci sarà un appuntamento dove si finirà per parlare anche della Riviera di Levante e la Val Fontanabuona
È l’evento che alle 13,30, dopo la conferenza stampa di chiusura di Claudio Baglioni, nella sede del Museo Daphne della Moda e del Profumo, avrà come protagonista il regista del Festival di Sanremo (il sesto) Duccio Forzano.
Insieme con Tarcisio Mazzeo, caporedattore della Tgr Rai del Piemonte e tanti altri colleghi e amici ascolteremo Duccio Forzano raccontare a cuore aperto i suoi progetti futuri nati dopo il debutto come scrittore nel romanzo autobiografico “Come Rocky Balboa”. Da questo romanzo di esordio, edito da Longanesi, Duccio Forzano, potrebbe nascere prossimamente uno spettacolo teatrale, presentato in anteprima nazionale, lo scorso anno, in agosto, in piazza Marconi, a Lavagna, ospite del gala del Civ Centro Storico di Lavagna e organizzato da Codiceventi di Maura Ferrari.
Prima, però, Duccio, a teatro, dopo gli impegni di Sanremo Young con Antonella Clerici, porterà un personale omaggio a Lucio Dalla.
Ma domenica, a Sanremo, Duccio Forzano cittadino onorario di Tribogna, dove cominciò la sua carriera con le foto dei matrimoni e dove accompagnò nottetempo Claudio Baglioni a girare la clip di “Cuore d’Aliante” in una cava di ardesia, parlerà anche della sua Fontanabuona dove vive la mamma, raccontata tra dolore e solitudine in “Come Rocky Balboa”.
Insieme con le canzoni del Festival di Sanremo, la sua energia, la sua passione, sempre sulla scia del cuore, con la forza di non avere paura di sbagliare o perdere. E di vincere.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!