Video

Linguistico a Chiavari, c’è la soluzione: “Non si toccano le scuole esistenti”

Chiavari. Questa mattina si è svolto l’atteso vertice tra Regione Liguria, Città metropolitana di Genova (ente competente sull’edilizia delle scuole superiori) e Comune di Chiavari, per trovare una soluzione alla mancanza di spazi dove allestire il Liceo Linguistico a Chiavari, succursale del Da Vigo.

Sempre stamattina, in consiglio regionale, è stata discussa l’interrogazione di Luca Garbaldi sul tema e l’assessore Ilaria Cavo ha annunciato, in questa occasione, che una nuova soluzione è stata trovata nelle ultime ore: «La sede della succursale non sarà all’interno dei plessi scolastici ma alternativa. Gli studenti iscritti al liceo della succursale del linguistico di  Chiavari – ha concluso –  avranno la loro sede».

Quindi, non cambia la situazione attuale per l’Istituto Caboto e il Liceo Artistico Luzzati ma si escludono poli scolastici, quindi non si tratta neppure delle Gianelline:  “Prima della comunicazione ufficiale, è prevista solo un’ulteriore verifica”, spiega ancora Cavo.

Nella sua interrogazione, Garibaldi (Pd) aveva raccontato di avere verificato l’assenza degli spazi necessari nel Palazzo Bancalari Artigianelli (dove il Lingusitico doveva essere allestito, secondo la delibera della Città metropolitana) e che, in seguito, il preside del liceo artistico Luzzati aveva negato l’assenza di locali anche nel suo istituto. “Chiedo alla giunta di risolvere la situazione di incertezza e sulla base di quali valutazioni è stato deciso di collocare una succursale del Liceo Linguistico Da Vigo-Nicoloso presso il Bancalari-Artigianelli”, la sua conclusione.

Fa eco la nota diffusa dalla Città metropolitana di Genova:

“A seguito del tavolo tecnico tenutosi questa mattina in Città metropolitana sul tema dell’individuazione di spazi da destinare a una succursale a Chiavari del liceo linguistico ‘Da Vigo’, tavolo a cui hanno partecipato anche rappresentanti di Regione Liguria, Comune di Chiavari e Ufficio scolastico regionale, Città metropolitana di Genova comunica che non verranno destinati all’uso di cui sopra spazi siti all’interno di istituti scolastici attualmente operanti nel Comune di Chiavari.

A conclusione dei sopralluoghi effettuati in questi giorni dai tecnici di Città metropolitana per verificare la disponibilità di spazi in alcuni plessi scolastici chiavaresi, infatti, la decisione di Città metropolitana, concordata con gli altri interlocutori presenti questa mattina al tavolo tecnico, è stata quella di non utilizzare locali all’interno di istituti scolastici esistenti per non alterare l’attuale equilibrio dell’offerta formativa.

Città metropolitana ha individuato più di una soluzione alternativa su spazi in idonei edifici attualmente non utilizzati da istituti scolastici: al termine della ricognizione delle opzioni attualmente sul tavolo verrà comunicata la scelta definitiva”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!