rubrica

Monitor – I locali storici

CHIAVARI, PER SOPRINTENDENZA SONO BENI CULTURALI
GLI ARREDI DELLA PROFUMERIA SANGUINETI

Sono sempre più numerosi, anche nel Tigullio, i locali e gli artigiani storici costretti dalla crisi ad abbassare la saracinesca. In una situazione destinata a peggiorare, una buona notizia arriva da Chiavari. Nei giorni scorsi la Soprintendenza ha vincolato gli arredi della storica Profumeria Sanguineti che ha chiuso i battenti a fine anno. Chiunque dovesse entrare ad aprire una nuova attività nei locali di via Martiri della Liberazione non potrà disfarsi e sostituire i preziosi arredi lignei di manifattura chiavarese realizzati ai primi del Novecento dalla ditta Brizzolara. Un patrimonio di cui fanno parte il bancone e gli armadi, il soffitto, gli specchi, i lampadari in un armonico intreccio fra Art déco e Liberty che hanno fatto della profumeria Sanguineti un simbolo del commercio chiavarese. Oggi questi arredi sono tutelati come beni culturali.
In un momento in cui il turn over della gestione degli esercizi commerciali segna il passo, il caso dell’ex profumeria Sanguineti è importante. I negozi storici sono una realtà culturale che può essere scoperta e vissuta sotto molti aspetti, a cominciare dal turismo. Per questo occorre far sì che le istituzioni mettano in campo azioni per difenderli dalla chiusura o di farli apprezzare in un modo completamente nuovo.
E Chiavari potrebbe fare la prima mossa.

Most Popular

Torna su
error: Contenuto protetto!